ECONOMIA. TURISMO

Le bellezze di Barumini approdano al Wte di Roma

Condividici...

di Carlo Fadda

_______________________

Le bellezze storiche e archeologiche di Barumini sbarcano a Roma in rappresentanza della Sardegna.
L’occasione è il prestigioso Salone mondiale del turismo WTE (World Tourism Event) Unesco per la prima volta nella capitale d’Italia, arrivato alla decima edizione, la più importante vetrina dei siti e città patrimonio mondiale Unesco.
L’evento si terrà nella splendida cornice di Palazzo Venezia dal 26 al 28 settembre. A mostrare al mondo ancora una volta i preziosi segreti del nuraghe Su Nuraxi che nel 1997 proprio l’Unesco ha dichiarato ufficialmente patrimonio dell’umanità, del polo museale di Casa Zapata con Nuraxi ‘e Cresia e dei ricchi reperti venuti alla luce nei decenni con i suoi segreti e le tracce dell’antichissima cultura nuragica sarda, sarà la Fondazione Barumini Sistema Cultura.
La finalità del salone mondiale a Roma, è quella di proporre nuovi strumenti di fruizione della cultura, che possano fungere da ulteriori attrattori per tutto il territorio, grazie al valore aggiunto delle nuove tecnologie che garantiscono interattività, mobilità e universalità comunicativa.
“Siamo orgogliosi di poter rappresentare ancora una volta la Sardegna in una manifestazione così importante per il sistema culturale italiano e internazionale  – afferma il sindaco di Barumini Emanuele Lilliu – La nostra partecipazione al WTE permetterà anche quest’anno di far conoscere le bellezze del nostro territorio, consentendo al contempo di creare nuove vie di sviluppo turistico. Questa occasione rappresenta un’opportunità importante per confrontarci con le esperienze che provengono da tutto il mondo, consentendoci di attivare nuove partnership e collaborazioni con altre realtà internazionali”.
Il Comune di Barumini sarà accanto ad altri 120 partecipanti provenienti da tutto il mondo: oltre varie rappresentanze Italiane, saranno presenti Cuba, Cina, Malta, Dalmazia, Gran Canaria e altre ancora. Presenti anche Enit, Fiavet, Associazione Beni Italiani Patrimonio Unesco, e tour operator italiani e stranieri che arriveranno dal Regno Unito, Francia, Germania, Belgio, Olanda, Spagna, Austria, Svizzera, Paesi Scandinavi, Israele e Thailandia.
“Grazie al lavoro degli organizzatori e della Fondazione Barumini Sistema Cultura, riusciremo a trasmettere al mondo le bellezze del nostro territorio in un progetto che mette insieme la storia e l’innovazione. Questo permetterà ai tanti partecipan, conclude Emanuele Lilliu.
Nella prima giornata di lavori si svolgerà il workshop b2b riservato ai 70 operatori specializzati italiani e internazionali. Per l’edizione 2019, grazie anche alla collaborazione con BTO Educational, sarà ampliata la parte convegnistica del programma in un focus città e siti Unesco, con approfondimenti tematici riservati agli operatori, ma anche al pubblico.
Durante i tre giorni saranno presentati anche progetti innovativi di promozione e sviluppo del territorio, eventi culturali e luoghi di particolare pregio.
Un’altra opportunità di conoscenza internazionale, che s’inserisce nell’ambito delle iniziative culturali e turistiche che si susseguono ormai da anni a Barumini, paese famoso nel mondo essendo Patrimonio mondiale dell’Unesco dal 1997, grazie all’archeologo Giovanni Lilliu con la scoperta nel 1951 della Reggia nuragica Su Nuraxi.

Condividici...

Notizie sull'autore

lagazzetta

Aggiungi Commento

Clicca qui per inserire un commento

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

claudio canalis

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy