Attualità

L’imprenditrice di Guspini Daniela Ducato premiata a Matera dall’Ordine degli Agronomi

Condividici...

“Per le dimostrate capacità di innovazione, applicate a soluzioni sostenibili e rinnovabili  che legano le comunità al proprio territorio, che recuperano le materie prime e le loro le eccedenze, che intessono una fitta rete di scambi e di relazioni, di reciproco supporto e di progresso collettivo. In perfetto accordo con la discussione sugli obiettivi di agenda2030, che ha caratterizzato questo congresso nazionale”. Con questa motivazione l’imprenditrice di Guspini Daniela Ducato ha ricevuto il  Premio Montezemolo 2019, che l’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali assegna a un personaggio che si è particolarmente distinto per la sua dedizione e i risultati raggiunti nel mondo dell’agricoltura, dell’ambiente e del territorio.
La corona di alloro è stata consegnata a Matera dal sottosegretario all’Agricoltura Giuseppe L’Abbate, presente ai lavori del Congresso nazionale dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali.
Grazie all’imprenditrice più innovativa d’Italia nascono le filiere Edizero, in cui si produce utilizzando solo sottolavorazioni eccedenti da fonti rinnovabili, per garantire l’assenza di sottrazione di suolo, di risorse idriche e di competizione con la produzione di cibo.  Lana, sughero, canapa, vinacce o bucce di pomodoro. Oltre 100 materie che da scarti – o eccedenze come preferisce definirli Daniela Ducato – sono diventate 150 biomateriali rinnovabili realizzati senza l’impiego di prodotti petroliferi.
“Il mio grazie va ai progettisti e alla rivendite dell’edilizia che con le loro competenze il loro presidio sul territorio e la loro vicinanza alle imprese edili sono gli artefici dell’utilizzo dei biomateriali edizero, e della loro diffusione per una architettura sana che diventa paesaggio sano – ha dichiarato Daniela Ducato – strategico è il ruolo di Confcommercio Campidano Green nel creare insieme ai comuni nuovi strumenti verdi e di partecipazione a costo zero. Tra questi la reintroduzione, anche nei paesi più piccoli, delle commissioni alle attività produttive per ridar voce alle imprese locali. A ciò si affiancano programmi di formazione capaci di aprire strade inesplorate come bene sta facendo Confcommercio Giovani. Storicamente il commercio è scambio di culture ed è portatore del nuovo. Occorre restituire al commercio quei valori simbolici che da sempre gli appartengono e da cui origina l’innovazione”.

Condividici...

Notizie sull'autore

lagazzetta

Aggiungi Commento

Clicca qui per inserire un commento

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

claudio canalis

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy