Il Personaggio

Lunamatrona, Baradili: Maria Pina Atzeni pittrice grazie allo stimolo del pittore francese Andrè Chuffardon

Maria Pina Atzeni
Condividici...
di Fulvio Tocco
_______________________________________________

 

PREMESSA

 

Marie Atzeni è una pittrice italiana nata a Lunamatrona nel 1954. Ha lasciato la Sardegna all’età di 3 anni. Suo padre Quirico fu assunto per fare il minatore nella località La Plagne 1800, nelle miniere dove si estraeva il piombo, lo zinco e il ferro, rimaste attive sino agli anni settanta. Ma dalla loro chiusura, il territorio ha subito una vera e propria metamorfosi. Dal 1982, La Plagne 1800 è conosciuta come una stazione turistica ultramoderna dedicata principalmente agli sport invernali.
Di recente, in occasione della riuscitissima “mostra al femminile”, tenutasi nella storica casa della scrittrice Albertina Piras di Villamar, Marie ha esposto le sue opere che sono state sottoposte al giudizio del critico d’arte Giuseppe Marras. Ora è una pittrice affermata, apprezzata per la sua affabilità, bravura ed originalità. Ma naturalmente è molto di più di tutto questo.

LE PAROLE DI MARIE

In Francia mia madre Maria parlava la lingua sarda; per questa ragione, fino all’età di 8 anni, pure io comunicavo con la lingua sarda e con quella francese. La lingua italiana l’ho imparata dagli 8 anni in su, grazie a una mia zia che risiedeva nella città di Torino e dai parenti di Lunamatrona che frequentavo nella stagione estiva: posso dire senza l’istruzione di un insegnante di professione. Dalla medesima età ho iniziato a dipingere con l’uso delle tempere. Passione che ho coltivato sino alla data del mio matrimonio; poi ripresa all’età di 31 anni. Da quel momento, grazie allo stimolo del pittore francese Andrè Chuffardon, ho provato le varie tecniche di pittura a tempera, a olio e ad acquerello e non ho più interrotto di dipingere.

UNA CASA IN SARDEGNA PER CONSERVARE LE RADICI

Sono proveniente dal comune di Moûtiers, un comune francese di 4.318 abitanti situato nel dipartimento della Savoia della regione dell’Alvernia-Rodano-Alpi. Nell’anno 2006, dopo averla cercata nel comune di Lunamatrona, ho comprato casa nel comune di Baradili. Ora sono residente in questo piccolo paese della Marmilla. Dal 2006 trascorro metà dell’anno in Sardegna e metà dell’anno in Francia, alternando la presenza di tre mesi in tre mesi. Ci tenevo ad avere una casa in Sardegna per non rimanere lontano dalle mie radici. Poi l’arte è un concetto che si sposa bene con la Sardegna: una vera e propria opera d’arte. Il carattere dominante del paesaggio rurale della Sardegna è l’estensività: macchia mediterranea e pascoli naturali permanenti mi affascinano tanto.

L’ALTOPIANO DELLA GIARA

Uno dei luoghi che mi piace visitare, senza stancarmi mai, è l’altopiano della Giara. La Giara è un altopiano basaltico che custodisce una flora ricca di endemismi e un ambiente sorprendente che cambia cromaticamente ogni 15 giorni. L’adoro per la presenza dei cavallini della Giara, per le fioriture primaverili e per i suoi numerosi laghetti interni. È un luogo meraviglioso che tutte le persone al mondo dovrebbero conoscere. Come vedi, anche in questa zona, lontano dal turismo di massa, si può godere di una visione autentica del paesaggio; lasciamelo dire: di selvaggia bellezza. La zona, come è noto, fu abitata a partire da cinquemila anni fa come testimoniano i numerosi siti nuragici presenti e sull’altopiano e nei comuni vicini. La presenza del nuraghe a corridoio di Bruncu Madugui, sulla Giara, all’ingresso per chi sale dalla parte di Gesturi ne è la valida conferma.

BARADILI UN PAESE OSPITALE

Baradili è il comune più piccolo della Sardegna per popolazione residente, ma abbastanza ospitale. Non ci si sente mai soli. Gli stessi vicini di casa quando non mi vedono in movimento mi telefonano per sapere come sto. Uno dei fattori alla base del benessere delle persone è vivere in una comunità solidale e io ho questa fortuna. La presenza di vicini di casa gentili e premurosi, disposti a dare una mano senza aspettarsi nulla in cambio, può fare la differenza. Sono una luce aggiuntiva delle mie giornate in Sardegna.

LE OPERE D’ARTE IN CASA

La casa dove abito ospita i miei quadri, ma è stata resa ancora più accogliente dall’insieme delle opere d’arte che ho ricevuto in dono da Fernando Marrocu, Luigi Tatti, Toto Putzu, da artisti francesi e da alcune foto di Pinuccio Sciola. Grazie a all’acquisto di questa abitazione posso ospitare anche gli amici francesi che spesso vengono nell’isola per mostre e rassegne culturali.

LA CONOSCENZA DEL PITTORE FERNANDO MARROCU

Tramite mio cugino Stefano Musanti di San Gavino, il paese di mia madre, ho conosciuto il pittore Fernando Marrocu, un grande artista, e grazie a questo personaggio, anche egli di San Gavino, ho avuto l’opportunità di essere inserita in diverse mostre e rassegne regionali.

L’AMICIZIA CON ALBERTINA PIRAS

Attraverso le attività artistiche e culturali ho stretto amicizia con la scrittrice Albertina Piras di Villamar; da diversi anni ci incontriamo per iniziative a carattere culturale con lo stesso gruppo di amici.

UN RINGRAZIAMENTO PARTICOLARE

Ultimamente le occasioni d’incontro sono aumentate, agevolate dagli ampi spazi che Albertina mette a disposizione degli artisti nella sua storica casa rurale di Villamar. Di recente, in occasione della riuscitissima “mostra al femminile”, ho esposto le mie opere che sono state sottoposte al giudizio del critico d’arte Giuseppe Marras. Ora colgo l’occasione per ringraziarLa ancora una volta per le attenzioni che spesso mi riserva anche come amica.

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

Newsletter

LAVORA CON NOI!

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

GUSPINI         Via Gramsci n°2
TERRALBA     Viale Sardegna n°26
CAGLIARI       Via Corelli n°12
CAGLIARI       Via Tuveri n°29
VILLACIDRO  Via Parrocchia n°279

Vendesi a Torre dei Corsari in via delle Dune Appartamento arredato

RADIO STUDIO 2000

Laser Informatica di Sergio Virdis

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy