Elezioni Comunali

Lunamatrona, Italo Carruciu: “I miei compaesani sceglieranno me se riterranno opportuno premiare la mia squadra”

Condividici...

Intervista a cura di Simone Muscas
_____________________________

Dopo la sconfitta del 2015, sceglie di ricandidarsi a sindaco del paese. Cosa la spinge a questa scelta?

Quando si parla di elezioni non ci sono sconfitti: semplicemente viene espressa la volontà della maggioranza. Per questo, nel 2015, dopo un’iniziale delusione, ho avuto occasione di riflettere in maniera più lucida sul messaggio che il paese mi ha inviato: per migliorarmi ho quindi iniziato un lavoro di introspezione e di confronto con le persone e le loro opinioni. Ho sempre mantenuto una base fisica ed emotiva nel mio paese d’origine: mi riempirebbe d’orgoglio rappresentare Lunamatrona ancora una volta.

Se gli elettori dovessero premiarla, quali sarebbero gli obiettivi urgenti da portare a termine nel suo primo anno?

In primis quelli avviati durante la mia precedente amministrazione: fra questi l’utilizzo del marchio “De Co” per il melone coltivato in asciutto che, in questi ultimi cinque anni, sembra sia stato dimenticato. Altri obiettivi sono quelli di rendere il paese più pulito e ordinato, pianificare meglio la viabilità locale e sistemare gli ingressi principali.

Italo Carruciu

Quali, invece, le priorità nel lungo periodo?

Un progetto per rendere il paese autosufficiente dal punto di vista energetico: se ciò avvenisse si avrebbe un risparmio di circa 100 mila euro per le casse comunali. Quei soldi potrebbero essere usati per potenziare altri servizi di pubblica utilità. In generale, tuttavia, puntiamo a realizzare un programma concreto per i prossimi cinque anni: siamo orientati a creare un circuito virtuoso che sia in grado di portare sviluppo reale incidendo in maniera importante sul comparto sociale, economico e occupazionale.

Come si immagina il futuro della comunità e, in particolar modo, quello degli Enti locali?

Viviamo in una realtà dove, per riuscire a competere con le grandi multinazionali e rispondere alla globalizzazione, diventa fondamentale la cooperazione: per questo mi auguro che nel futuro le nostre comunità riescano a unirsi negli intenti per riuscire a perseguire obiettivi comuni, pianificando strategie unitarie che determinino uno sviluppo socio-economico strutturale. Forse solo così riusciremo a contrastare lo spopolamento e la crisi economica che ci attanaglia.

La sua lista è composta da diversi professionisti: perché gli elettori dovrebbero scegliere la sua squadra?

Nella mia precedente legislatura, pur in buona fede, è stato commesso anche qualche errore. Penso che sia proprio dai nostri sbagli che dobbiamo ripartire per migliorare. Per farlo abbiamo cercato di comporre una squadra quanto più unita ed eterogenea possibile: vi sono candidati con competenze professionali diverse e differente orientamento politico. Alcuni di loro hanno già esperienze amministrative, altri, invece, sono alla loro prima candidatura, ma portano con sé idee nuove e interessanti.

Perché, secondo lei, gli elettori dovrebbero premiarla?

I mie compaesani sceglieranno molto più di me: se lo riterranno opportuno premieranno una buona squadra che io avrò solo l’onore di rappresentare. Insieme cercheremo di portare avanti un programma reale e sostenibile che si adatti alle effettive necessità della nostra comunità e non, al contrario, a un progetto di gestione del paese condito da false illusioni e obiettivi impraticabili come, talvolta, è accaduto negli ultimi anni.

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy