Appuntamenti

Villanovaforru 14 e 15 settembre: “Mestieri, saperi e sapori del passato”, un incontro con la tradizione

Condividici...

di Gianni Vacca

________________________

 

Il 14 e 15 Settembre  il Comune di Villanovaforru, l’Associazione Turistica “Pro Loco” e la Turismo in Marmilla Soc. Coop, in collaborazione con le  associazioni e le strutture private ricettive e produttive di Villanovaforru, organizzano la quattordicesima edizione della manifestazione “Mestieri, saperi e sapori del passato”.
All’interno della manifestazione è inserita la XXIII edizione della sagra “Simbua frita cun sartitzu”, particolare produzione dell’enogastronomia locale.
La manifestazione, che da anni si svolge nel secondo sabato di settembre, ha l’intento di valorizzare le attività delle varie strutture ricettive e le produzioni degli artigiani e hobbisti, non solo locali, ma di tutto il territorio, quali ceramisti, cestinai, scultori, artigiani del ferro, legno, pietra, pelle, coltellinai,  ricamatrici,  pittori ed artisti.
Ricchissimo il palinsesto: nei giorni 14 e 15 settembre saranno aperti i vari stand della migliore produzione artigianale e dell’ hobbistica locale che faranno conoscere i propri lavori e le proprie opere.
In case tipiche esposizioni di pittura e scultura, manufatti in legno e pietra; apertura straordinaria del Civico Museo Archeologico “Genna Maria”, e della Sala Mostre temporanee che ospita la mostra personale di acquarelli  “Caras” di Nicolò Atzeni a cura dell’Associazione Cortes de Janas e Morsi d’Arte, nella Piazza Costituzione dimostrazioni artigiane e laboratori didattici e di animazione e spettacoli di musica etnica.
All’interno della manifestazione troveranno spazio la riscoperta e valorizzazione delle più antiche tradizioni agroalimentari con l’attesissimo appuntamento gastronomico “Simbua frita cun satitzu” giunta alla XXIII edizione e “Cixiri cun peis de procu” giunta alla IX edizione. La degustazione di questi saporitissimi piatti della cucina villanovese è immancabile! Soprattutto per conoscere e interiorizzare i saperi e i sapori del passato, perché la sopravvivenza delle tradizioni è strettamente legata alla consapevolezza e alla esperienza interiore dei singoli, delle comunità, dei giovani. Diverse anche le iniziative a carattere culturale quali laboratori che valorizzano le tradizioni e gli antichi mestieri,  realizzazione di launeddas, di arco storico,  di ceramica e di decorazione del pane, inoltre spazio alla interessante Conferenza  sull’alimentazione nell’antichità e  visita guidata del Museo Genna Maria a cura degli archeologi Francesca Più e Carlo Tronchetti e degustazioni Archeofusion dell’Osteria Ricercato di Cagliari.
Le serate saranno animate dalla musica del gruppo etnico “I dilliriana” il 14 settembre e “Luciano Pigliaru” e il suo trio il 15 settembre.
Questo il programma
Sabato 14 Settembre: alle 10 Apertura stands, visita presso case tipiche, B&B, laboratori artigianali; Esposizione di prodotti dell’artigianato e dell’ agroalimentare lungo le vie del centro storico , alle 11  “Sonos e launeddas”, laboratorio ed esposizione di launeddas presso Casa della Ceramica a cura dell’Associazione “Su Stracasciu “ ; Piazza Costituzione, alle 17 “L’Arciere”, laboratorio sulla costruzione dell’ arco storico.  A seguire dimostrazione di tiro con l’ arco a cura degli arcieri  SHER-DAN ARCU ARISTANIS  – Vico Marmilla  (su prenotazione), 17.30 “Dimostrazioni artigiane” Artigiani e  artisti all’opera nella Piazza Costituzione, alle 19 “L’ultimo covone” di Piero Tatti proiezione cortometraggio sulla trebbiatura dei cereali,  per riscoprire le fatiche e l’atmosfera suggestiva del mondo contadino – Biblioteca comunale, alle 20 Sagra “Simbua Frita cun Satitzu” XXIII edizione, alle 21.30 Spettacolo etnico  con i “Dilliriana” con Silvano Fadda organetto e fisarmonica, Roberto Tangianu launeddas, Gianluca Fadda voce e chitarra, Giovanni Demelas tastiera.
Domenica 15 Settembre: dalle 9 alle 12 “ Mausu in sa terra” laboratorio didattico sulla lavorazione dell’argilla con l’uso del tornio,  con i maestri Ugo Serpi e Giampaolo Porcu; a cura dell’ Associazione culturale “Su  Enau” – Vico Marmilla,  alle 10 Apertura stands, visita presso case tipiche, B&B, laboratori artigianali; Esposizione di prodotti dell’artigianato e dell’agroalimentare lungo le vie del centro storico,  alle 10.30 “Dimostrazioni artigiane” Artigiani e artisti all’opera nella Piazza Costituzione, alle 16.30/20 “Cuncértu de canna” Percorso itinerante nelle vie del paese con suonatori di launeddas a cura dell’ Associazione “Su Stracasciu” alle  17  “Cibo per tutti e cibo per gli dei”  Laboratorio di ceramica e decorazione del pane  a cura di Francesca Piu, A.Cu.A.S. e  Ceramiche Pulli presso la Sala Mostre temporanee, 17.30 -19  “Mangiare e bere nel periodo punico in Sardegna e non solo” .

Condividici...

Notizie sull'autore

Gianni Vacca

Aggiungi Commento

Clicca qui per inserire un commento

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

claudio canalis

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy