Attualità Collinas

Mostra personale di pittura dell’artista Gisella Mura a Pernik in Bulgaria

Condivici...

Gisella Mura sarà ambasciatrice dell’arte di casa nostra in Bulgaria: la pittrice di Collinas esporrà a Pernik una mostra personale che avrà inizio il prossimo 10 gennaio e proseguirà sino al 6 febbraio. L’iniziativa avrà il patrocinio non oneroso del Comune ospitante di Pernik e di quello di Collinas, della Camera di Commercio italiana in Bulgaria, delle Gallerie del Comune di Pernik e da Da.Ma. de Guilcier.

La personale di Gisella Mura ospiterà una selezione del percorso artistico di una pittrice che ama sperimentare segni, linee e materie, per raccontare la Sardegna e la sacralità delle sue tradizione, secondo il proprio tratto caratteristico.

Gisella Mura

La selezione delle opere, per l’occasione, ruoterà attorno a un tema caro a Gisella Mura: “la Sardegna: la sua storia ancestrale, i suoi miti e le sue leggende”. «Gisella Mura è un’artista sarda e profonda conoscitrice della tradizione dell’Isola – spiega lo storico Daniela Madau – nonché ambasciatrice della nostra cultura nel mondo. Reduce da numerose esperienze e collettive a cavallo tra la Sardegna, l’Italia, l’Europa e l’America Latina, eletta tra i vincitori della “XXII Biennale di Roma”, racconta l’amore e la passione per la Sardegna attraverso tele, disegni e ceramiche di grande impatto emotivo. Un’artista che studia e racconta la forma umana, spaziando dal neoclassicismo all’arte bizantina ma con un tratto decisamente ancorato alla sua terra d’origine».

L’evento a Pernik è solo l’ultimo di una lunga serie dell’artista di Collinas che l’hanno visto l’artista impegnata in un assiduo studio della storia sarda per culminare con una serie dedicata alle maschere.

La Sardegna, d’altro canto, vanta una prosecuzione dell’antico rito della vestizione di maschere che dai festeggiamenti di Sant’Antonio a gennaio, accompagnano la comunità alle porte della Quaresima, culminando nella frenesia del Carnevale di Ottana e Mamoiada, Fonni e Olzai, Orani e Samugheo, Aidomaggiore e Oristano, Bulgaria e Sardegna.

Una scelta che vuole essere un ponte che collega due terre con tradizioni simili, forse nate da un unico ceppo, avvolte da un velo misterioso che le rende spettacolari e intime.

Simone Muscas

Condivici...

il 1 e il 15 di ogni mese…