Attualità

Pabillonis, boom di contagi in paese, i cittadini spaventati dall’impennata della pandemia 

Condividici...

di Dario Frau
__________________

 

29 dicembre 2021, 1 contagiato; 20 gennaio 2022, 98 contagiati! Sono passati appena 22 giorni e il covid, in paese, ha fatto un salto enorme, per non dire incredibile, e ancor di più spaventoso. Termini, forse, forti ma, che descrivono la situazione di un paese che ha modificato, d’improvviso, le abitudini quotidiane dei suoi abitanti, dove le relazioni sociali si sono ridotte al minimo, a causa di questa pandemia. Le lettere dell’alfabeto greco con cui vengono indicate le diverse varianti del covid, secondo l’OMS: di “preoccupazione” VOC, (α alpha, o variante inglese, β beta o variante sudafricana; γ gamma o variante brasiliana, δ delta o variante indiana), e varianti “d’interesse” , VOI λ lambda o variante peruviana, e μ mu (my, mi),colombiana) e  sopratutto, l’ultima, l’ο omicron, hanno influenzato la vita economica, sociale e  politica  di tutti paesi del mondo (chi più chi meno).
Questa, (omicron) più di tutte, ha condizionato in modo incredibile, anche il paese di Pabillonis. Tra i centri del circondario con un numero di abitanti ben superiori, Pabillonis ha superato, in proporzione, di gran lunga, la cifra dei contagi rispetto a: Guspini,335, Villacidro 108, San Gavino 75, Samassi 86, Sanluri 71, Gonnosfanadiga 121, Sardara 95. Infatti, dopo un anno, praticamente “tranquillo”, con una media di 5 contagi mensili, si è passati a 98 casi positivi in poco meno di una ventina di giorni, alla data del 20 gennaio. Ma non solo, andando più a fondo nell’analisi dei numeri, il conteggio è ancora più rilevante, poiché il 10 gennaio erano 10!


In appena undici giorni, quindi, sono stati rilevati ben 88 contagi! S’intende però di numeri ufficiali forniti dall’ATS, poiché, in realtà, sono molti più numerosi i positivi, considerando i non tracciati, come constatato anche dal sindaco, nell’anteprima, pubblicata nel sito web, in riferimento alle Norme di comportamento dei positivi e nuovo sistema di autodichiarazione,Durante questo periodo di rapidissima progressione dei contagi, dove il sistema sanitario sta mostrando sofferenze e incapacità di gestire il tempestivo tracciamento, il Comune di Pabillonis intende mettere a disposizione un sistema di tracciamento interno, che potrà funzionare solo attraverso la fattiva collaborazione di tutti i cittadini”. Un’exploit, dunque, altamente negativo e preoccupante.
Quali le cause? Forse non accertabili, ma il sindaco Riccardo Sanna ha dovuto ricordare nell’ordinanza n 1 pubblicata il 10 gennaio, diversi tipi di precauzioni e doveri da rispettare nei confronti del covid. L’improvviso aumento dei positivi ha sorpreso e sbalordito la comunità che ha reagito in diverso modo per arginare la paura dei contagi. Nei giorni scorsi si è assistito ad una fila di cittadini in farmacia per effettuare i tamponi: sia per verificare un’eventuale positività, sia per avere una sicurezza nel posto di lavoro o per rientrare a scuola. Anche la vita sociale è cambiata: chiusure delle scuole, dall’asilo Nido all’infanzia, primaria e superiore di 1’ grado, a causa di alunni positivi; poche persone in giro, partecipazione minore alla vita religiosa e annullamento di processione e sagra di Sant’Antonio Abate. Alcuni esercizi commerciali, bar, negozi alimentari, uffici privati hanno dovuto abbassare le serrande. Qualche negozio si è anche organizzato consegnando a domicilio la spesa, sia a famiglie con positività, sia alle persone che avevano paura di essere contagiati nei luoghi affollati. Questa situazione ha comportato anche considerevoli cali, nelle vendite, con perdite sostanziali. Penalizzati anche gli ambulanti del mercatino all’aperto, di solito affollato, che si tiene il giovedì, tra la via Foscolo e via Padre Kolbe, infatti sono state poche le persone che si aggiravano tra le bancarelle. Ma uno spiraglio di speranza viene dal sindaco: “Per quanto riguarda i contagi, la situazione rimane stazionaria, al limite, cresce di poco, perché c’è stata qualche negativizzazione e un numero ridotto di positività rispetto alla media degli ultimi giorni, se pensiamo che viaggiavamo alla media di 20 positivi dichiarati ogni giorno. Penso che dalla settimana prossima, potrebbe iniziare la discesa dei contagi: almeno me lo auguro.”

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy