Elezioni Comunali

Pabillonis, Stefania Erdas: “Voglio migliorare il paese attraverso il sociale, dandole decoro e colore”

Condividici...

Intervista a cura di Anna Luisa Garau
____________________________

Si presenti agli elettori

«Sono nata il 4 giugno del 1978, coniugata con due figli, di 18 e 13 anni. Ho conseguito il diploma di scuola superiore nell’ITC di Oristano.  Lavoro in un negozio di abbigliamento del paese.  Amo fare lunghe passeggiate a contatto con la natura, viaggiare, infatti i miei viaggi prevedono sempre una grande parte dedicata alla cultura e all’arte. Amo leggere. Sono stata impegnata nell’amministrazione comunale dal 2005 al 2010 come assessore alla pubblica istruzione e servizi sociali, nelle ultime due legislature come consigliere di minoranza».

Quali motivi l’hanno spinta a candidarsi?
«La voglia di migliorare il paese attraverso il sociale, dandole decoro e colore e togliendolo dalla staticità che ultimamente lo caratterizza».

Quali sono i punti qualificanti del vostro programma?
«Ne abbiamo identificato nove. Politiche sociali: un’attenzione particolare ai diversi nuclei famigliari in tutte le sue declinazioni. Con un occhio di riguardo per le persone sole, per i diversamente abili e tutte le persone in difficoltà, col potenziamento del servizio civile.  Instaureremo una stretta collaborazione con tutte le associazioni di volontariato, con la parrocchia finalizzata alla creazione di una rete di servizi socio- culturali in grado di superare la frammentarietà. Pari opportunità: sarà nostro compito dare pieno sostegno a tutte le iniziative femminili. Incrementeremo la toponomastica, prettamente maschile. Verrà aperto uno “Sportello d’ascolto” per le donne e il ripristino de “La Consulta delle Donne”, un luogo di confronto, di idee e di esperienze laboratoriali. Politiche giovani: metteremo a disposizione dei giovani spazi adeguati e attiveremo corsi specifici responsabilizzandoli alla tutela del bene pubblico e a prendere confidenza col mondo della politica. Supporteremo tutte le proposte e le idee che riguarderanno la cultura pabillonese e in generale quella sarda. Terza età: coinvolgeremo gli anziani in iniziative culturali, laboratori, viaggi e incentiveremo la costituzione della “Consulta della terza età”. Realizzeremo, con la collaborazione di esperti, un docu-film sulle antiche storie pabillonesi tramandate oralmente, narrate dai nostri anziani. Cultura: è nostra intenzione porre all’attenzione della scuola un progetto per consentire ai ragazzi di poter studiare la storia di Pabillonis arricchendola di vivacità, identità e coesione.

Stefania Erdas

Sport: ci impegneremo perché lo sport diventi di tutti, in collaborazione con la scuola favoriremo l’ingresso nelle palestre del “maestro di sport”.  Continueremo a valorizzare gli sport maggiori, ma non trascureremo gli sport minori con giornate a tema e valorizzeremo il campo di tiro a volo. Economia: sarà nostro compito ripristinare e intervenire per creare strutture ricettive, incentivare il commercio locale e creare nuove realtà imprenditoriali. Opere pubbliche: ristruttureremo e favoriremo la riapertura del vecchio mercato civico e renderemo fruibili alla comunità spazi che necessitano di riqualificazione tra cui quello del caseggiato della vecchia stazione. Riqualificheremo il polo sportivo: dalla manutenzione ordinaria a quella straordinaria e ci occuperemo del rifacimento periodico della segnaletica stradale, della pulizia e manutenzione delle strade urbane».

In caso di vittoria, quali priorità intende affrontare nei primi cento giorni?
«Non sarà facile stabilire delle priorità, ma lo sarà sicuramente il migliorare i servizi raccolti dai bisogni espressi dai nostri concittadini e presenti nel nostro programma».

Quale lavoro ha intrapreso per arrivare preparata e con le idee chiare alla competizione elettorale?

«È stato molto formativo ciò che è scaturito dagli incontri che si sono tenuti. Abbiamo compreso come gli argomenti trattati, piano, piano stessero diventando un programma politico, che avrebbe dovuto essere messo in atto da un’amministrazione attenta e competente».

Come definisce la sua squadra?

«Eterogenea riguardo i titoli di studio, le esperienze lavorative e l’età anagrafica. Elemento comune la volontà di tutti noi di mettere a disposizione le peculiarità sviluppate in ambiti professionali o associativi. Composta al 50 % da donne ritengo che sia ben rappresentato il tessuto sociale del paese».

Faccia una considerazione personale?

«Voglio offrire al mio amato paese, la mia esperienza amministrativa per superare questo stato di ordinaria amministrazione, valorizzando le nostre peculiarità con idee mirate e coraggiose. Pabillonis ha bisogno di rinascere da questo periodo di stagnazione per riprendere a sognare e volare alto. Oggi come ieri una donna deve avere il coraggio di pensare e scegliere con la propria testa».

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy