Attualità Lunamatrona

Paci all’Unione dei Comuni della Marmilla: “Dateci un progetto vincente e lo finanzieremo”

Condividici...

“È l’unico territorio della Sardegna ad avere un sito Unesco e una stella Michelin. Quello che i turisti cercano: cultura ad alto livello e ristorazione di eccellenza, significa che le potenzialità per una svolta vera ci sono tutte. Cultura, archeologia, paesaggio: qui non possiamo non avere una visione complessiva del progetto”. Tappa a Lunamatrona per l’assessore della Programmazione e del Bilancio Raffaele Paci, per parlare di programmazione territoriale e avviare ufficialmente il tavolo dell’Unione di Comuni della Marmilla (Barumini, Collinas, Furtei, Genuri, Gesturi, Las Plasmas, Lunamatrona, Pauli Arbarei, Turri, Tuili, Setzu, Sanluri, Segariu, Siddi, Villanovafranca, Villanovaforru, Villamar, Ussaramanna). La strategia che i Comuni – un totale di oltre 25mila abitanti – vogliono mettere in campo con la manifestazione d’interesse già approvata, punta prima di tutto a invertire la tendenza allo spopolamento dell’area attraverso la crescita del sistema territoriale nel suo complesso. Quindi potenziamento del sistema economico locale, creazione di nuove reti di collaborazione e miglioramento dei servizi al territorio per incrementare la qualità della vita dei cittadini, sia residenti che turisti.

IMPRENDITORI, PRESENZA FONDAMENTALE “Sono qui per ascoltare le vostre proposte: sviluppate idee e progetti vincenti per lo sviluppo del territorio e noi li finanzieremo – ha detto l’assessore Paci -. Questa è la filosofia della nostra programmazione territoriale: nessun finanziamento a pioggia, proposte dai territori che meglio di chiunque altro conoscono la loro realtà e dunque i punti di forza da valorizzare, coinvolgimento dei privati che è fondamentale”. Fra gli obiettivi e le azioni proposte dall’Unione della Marmilla, i cui amministratori si sono riuniti oggi nella sala consiliare del Comune di Lunamatrona alla presenza di alcuni imprenditori, ci sono l’efficientamento energetico degli impianti, la riqualificazione energetica di edifici, il potenziamento di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, il potenziamento degli attratto culturali e ambientali con la riqualificazione delle aree archeologiche, ambientali e architettoniche. Cardini su cui far girare l’intero progetto sono la valorizzazione dell’agroalimentare e il potenziamento del sistema turistico. A testimoniare le potenzialità di sviluppo del territorio, con le loro storie imprenditoriali, Roberto Petza titolare dello stellato S’Apposentu a Siddi e Salvatore Pilloni delle Cantine Su Entu.

CARATTERISTICHE UNICHE “Per una svolta vera serve un forte coinvolgimento del partenariato, serve raccogliere le idee ed elaborarle tutti insieme – ha sottolineato il vicepresidente della Regione -.  Di sicuro Iscola va considerato un pezzo della programmazione territoriale perché formazione e istruzione sono il punto di partenza per tutto e il nostro ragionamento sul territorio di sicuro non inizia oggi, penso per esempio al mutuo infrastrutture. Ora serve un salto di qualità: allora penso, per esempio, a “laboratori d’impresa “legati al saper fare del territorio, dove gli imprenditori locali insegnano a dar vita a nuove iniziative. E poi l’agroalimentare che deve essere moderno e innovativo. Allora manteniamo la nostra alta qualità ma bisogna assolutamente usare l’alta tecnologia nei processi produttivi, nei prodotti, nel packaging e nel marketing, altrimenti non andiamo da nessuna parte. Facciamo delle smart farm, impariamo a usare bene l’acqua che è un bene prezioso, produciamo ed esportiamo prodotti tipici ad alta tecnologia. Partiamo dai fortissimi attrattori che sul territorio già ci sono – ha concluso Paci -. E attraverso cultura, archeologia, paesaggio, agroalimentare costruiamo un progetto che garantisca sviluppo economico e dunque occupazione. Questo èl’unico modo per combattere lo spopolamento nelle zone interne della nostra terra”.

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy