Elezioni Comunali Turri

Più generazioni insieme: unire le forze per il bene comune

Condividici...

A Turri, il prossimo 5 giugno, sarà la volta delle elezioni amministrative. Per il piccolo centro di 450 abitanti due liste in campo: “Etica e Trasparenza per Turri” capeggiata dall’aspirante sindaco Gianni Sanna, 59 anni, fotografo e “Giovani per Turri” guidata da Martino Picchedda, 32 anni, ingegnere e architetto libero professionista.
“ETICA E TRASPARENZA PER TURRI”. Il gruppo, oltre al capolista Gianni Sanna, è composto da sette persone. Alcuni di questi sono elementi che sono stati nel gruppo di maggioranza uscente, gruppo poi scioltosi. Si tratta, dal punto di vista anagrafico, di una lista abbastanza eterogenea che, come spiega l’aspirante sindaco, abbraccia tutte le generazioni. «La ripartenza – spiega Sanna – qualora la nostra lista dovesse risultare vincente, sarà quella di ridar voce al dialogo con i cittadini, visto che nelle ultime due tornate elettorali si è presentata una sola lista in campo e tutto ciò è venuto meno. Non abbiamo ricette magiche, ma per lo sviluppo del paese vorremmo puntare su due aspetti: razionalizzare al massimo le risorse disponibili e lavorare per ottenere quanti più finanziamenti disponibili, un aspetto, quest’ultimo sul quale non si è lavorato tanto negli ultimi anni. Al contempo cercheremo di informare i cittadini e coinvolgerli in prima linea. Lavoreremo in sede di Unione dei Comuni e saremo d’accordo sulle strategie da adottare qualora, ovviamente, le riterremo valide. Per quanto riguarda l’arte e la cultura sarà una delle nostre sfide più importanti: abbiamo varie idee a proposito, su tutte cercare di dar risalto agli artisti del paese magari con la costituzione di un centro culturale, nonché continuare a valorizzare sempre più le due importanti sagre del paese, quella dello zafferano e della mietitura. Siamo in prima linea per rimettere a posto le strade del paese che versano in uno stato di degrado totale. Un anno fa alcuni del nostro gruppo hanno formato un comitato spontaneo per il rifacimento delle strade; solo un mese fa abbiamo ricevuto risposte dalla Regione. Speriamo sia arrivato il tanto auspicato punto di svolta. Ci auguriamo di vincere; qualora non dovessimo riuscirci lavoreremo in minoranza con quelle che sono le parole che caratterizzano la nostra coalizione: etica e trasparenza appunto».
“GIOVANI PER TURRI”. Il gruppo, oltre al capo lista Martino Picchedda, è composto da dieci persone di età giovanissima, neofiti nel mondo dell’amministrazione pubblica. «Il fatto di essere alla nostra prima esperienza politica – spiega Picchedda – vuole essere il nostro punto di forza poiché metteremo in campo quella che riteniamo siano le nostre vere armi di forza: professionalità e lealtà. Il punto da cui vorremmo ripartire lo possiamo riassumere in una parola: “l’aggregazione”. Dobbiamo creare uno spirito coeso nel paese poiché crediamo che, negli ultimi anni, quest’aspetto sia venuto meno. Per quanto riguarda il tema lavoro vorremmo ripartire dalla ricerca costante di finanziamenti di ogni tipo, puntando tanto sui bandi europei e anche sui finanziamenti per i privati. Altro punto di attenzione è quello di agevolare le attività artigianali. Il tutto avverrà con un’amministrazione comunale che cercherà di porsi come tramite fra finalità da raggiungere e cittadini. Per quanto riguarda il rapporto con l’Unione dei Comuni cercheremo la maggior collaborazione possibile, fermo restando che tuteleremo la nostra identità, senza ovviamente avviare guerre di campanilismo. Sulla questione campus, per esempio, aspettiamo di leggere con attenzione il progetto: la popolazione non è stata interpellata sulla questione. L’aggregazione sociale di cui parlavamo all’inizio passerà anche da quest’aspetto; avviare costantemente un dialogo con la popolazione per capire cosa ne pensa la gente sulle decisioni che si andranno a prendere. Avremo un occhio di riguardo ovviamente su tematiche quali l’arte, la cultura e la valorizzazione dei nostri prodotti. Seguiremo con attenzione, infine, la questione del rifacimento delle strade cercando di capire quale possa essere la miglior via da seguire per migliorare la viabilità del paese. Non dovessimo risultare lista vincente, faremo un’opposizione leale nell’interesse del bene pubblico».

Simone Muscas

Gianni Sanna

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy