Attualità Villacidro

Presentata la 32esima Marcia della Pace. La buona politica per la Sardegna: solidarietà, lavoro, bene comune

Presentazione della trentaduesima Marcia della Pace
Condivici...

Presentata oggi nella sala stampa del Seminario Arcivescovile di Cagliari, in via mons. Cogoni 9, la XXXII Marcia  della Pace, promossa dalla Caritas di Ales-Terralba, dalla Delegazione regionale Caritas Sardegna, in collaborazione con il CSV Sardegna Solidale. La Marcia quest’anno si terrà a Villacidro, il 28 dicembre, alle 15.
Mons.Giovanni Paolo Zedda (vescovo delegato della Conferenza episcopale sarda per il servizio della Carità e vescovo di Iglesias), in apertura dei lavori, ha auspicato «un impegno di pace da parte di tutti, non solo delle istituzioni, ma anche di tutte le persone chiamate a vivere in una comunità. È necessaria la consapevolezza che la politica sia al servizio della pace, e aiuti la cittadinanza ad avere un atteggiamento di fiducia verso le istituzioni, per costruire insieme qualcosa di nuovo».

«Al tema proposto da Papa Francesco per la Giornata Mondiale della Pace del 1° gennaio 2019, La buona politica è al servizio della Pace – ha spiegato don Angelo Pittau, direttore della Caritas di Ales-Terralba e promotore della Marcia – , abbiamo aggiunto un tema tutto nostro: La buona politica per la Sardegna: solidarietà, lavoro, bene comune. La Sardegna ha bisogno – ha continuato – della buona politica per ravvivare la speranza per il suo popolo. Abbiamo tante guerre di cui non si parla a sufficienza, stiamo scivolando nella miseria. Si è creato un “deserto” umano intorno a noi, abbiamo una grande speranza nella Marcia, che può far riflettere il mondo ecclesiale e non solo. La Marcia è sempre attualissima, mantiene la finalità di coscientizzare il popolo sardo sul tema della pace».

Presentazione della trentaduesima Marcia della Pace

Significativo, come ricordato da don Pittau, sarà il coinvolgimento, la mattina del 28 dicembre alle 10 nell’Auditorium Santa Barbara (Villacidro), dei bambini della scuola dell’infanzia e primaria, per educarli alla pace. Presente nel Comitato promotore, da alcuni anni, anche il CSV Sardegna Solidale. «Una partecipazione, quest’anno, ancora più importante – ha detto Giampiero Farru presidente del CSV Sardegna Solidale e referente regionale di Libera Sardegna – , dato il tema e data la presenza di don Luigi Ciotti, come testimone della Marcia, rappresentata oggi in conferenza stampa da Davide Pati, vicepresidente dell’associazione Libera. La Marcia per noi conclude il viaggio “Libera idee” in Sardegna, finalizzato a conoscere, allargare la rete, rinnovare l’impegno civile contro le mafie e la corruzione. La Marcia testimonia la presenza di persone che vogliono ragionare sui contenuti che la politica vuole mettere in campo».
Negli ultimi anni, alla Diocesi di Ales-Terralba, si è aggiunta anche la Delegazione regionale Caritas Sardegna. «La pace non è solo assenza di conflitto, ma pieno compimento della giustizia che chiede tutta una serie di attenzioni – ha detto Raffaele Callia, delegato regionale Caritas -. La politica non è solo quella esercitata dalle istituzioni, ma la cura della comunità spetta a tutti i cittadini. Come suggerito da Paolo VI “la politica è la forma più alta di carità”, ed è in capo a ognuno di noi. Non ci può essere una buona politica capace di generare pace, se non c’è amore, libertà, giustizia, secondo l’insegnamento di Giovanni XXIII nell’enciclica Pacem in terris».
Ad ospitare la Marcia, il comune di Villacidro. «Sono onorata che quest’evento torni nella nostra città dopo sette anni – ha detto Marta Cabriolu, Sindaca di Villacidro – . Noi amministratori siamo chiamati a fare buona politica, cioè fare ciò che è giusto, ma che, talvolta, potrebbe non essere in linea con le aspettative. Buona politica significa agire per il benessere dei cittadini, favorire occasioni di confronto, in modo tale che essa riesca ad avvicinarsi sempre più ai bisogni della comunità. La pace sociale si raggiunge mettendo da parte ogni egoismo e mettendo i cittadini al primo posto»

A seguire il programma della Marcia:

Ore 15,00 Raduno Piazza Italia (dietro Assl)

  • Preghiera introduttiva guidata dal Vescovo di Ales- Terralba, mons. Padre Roberto Carboni e saluto
  • Partenza della Marcia (percorso: via Corterisoni, via Guido Rossa, via Di Vittorio, via Nazionale, via Parrocchia, Piazza Rondò, via Dessì – fronte Parco- piazza Lavatorio, via Repubblica, via Ciusa)

Ore 16,30 arrivo in piazza Madonna del Rosario

Saluti:

  • Marta Cabriolu, sindaca di Villacidro
  • Mons. Giovanni Paolo Zedda, Vescovo delegato della Conferenza episcopale sarda per il servizio della Carità e Vescovo di Iglesias
  • Dott. Raffaele Callia, delegato regionale Caritas
  • Prof. Giampiero Farru, presidente CSV Sardegna Solidale

Messaggio:

  • Don Luigi Ciotti, fondatore del Gruppo Abele e presidente dell’associazione Libera per la lotta alle mafie

Conclusioni:                                                                                                                                     

  • Don Angelo Pittau, direttore della Caritas di Ales-Terralba e presidente del comitato promotore della Marcia della Pace

 

Condivici...

il 1 e il 15 di ogni mese…