Calcio Gonnosfanadiga

Raffaele Pes: “Il progetto è imperniato sulla leva giovanile”

Condividici...

Raffaele Pes, 48 anni, ingegnere di professione dal 2010, è presidente del Gonnosfanadiga calcio; ha ereditato il fallimento della precedente società sportiva e con un progetto tutto suo, partendo dalla terza categoria, ha riportato il Gonnosfanadiga nel calcio che conta. Il campionato di Promozione nel gergo del parlare è definito la seria A dei poveri. Il Gonnosfanadiga giocherà, dopo 33 anni, di nuovo in un campionato della seconda fascia regionale per importanza, dopo l’Eccellenza. Non mancano le preoccupazioni, soprattutto quelle relative allo stadio comunale che presenta diverse anomalie sperando che la Figc non addotti regole severe. Il presidente si augura che alcune persone di buona volontà entrino a far parte della comitiva offrendo il sostegno e la collaborazione per affrontare il campionato più bello delle categorie dilettanti.

2

Inizia una nuova esperienza

E sì, inizia una nuova esperienza. Un campionato sostanzialmente diverso da quello affrontato negli anni scorsi. La tipologia di squadra da schierare è completamente diversa, infatti occorre un gruppo con un’età media più bassa.

Come considera l’organico per il campionato di Promozione?

Credo che l’organico del gruppo allestito sia idoneo al campionato di Promozione. Gli adulti sono tutti calciatori che in passato hanno militato più campionati in Promozione ed alcuni anche in Eccellenza e serie D. I calciatori fuori quota, sono quasi tutti provenienti da campionati di Seconda Categoria, Prima e Promozione.

A livello dirigenziale, ha una fattiva collaborazione?

In certi termini sì. La collaborazione societaria è ampia. Come ogni anno c’è chi va via e chi subentra. Numericamente il gruppo dirigenziale è costituito da una quindicina di collaboratori operativi. Non sarebbe male ampliare la base anche in ruoli non propriamente legati al campo. Sono necessarie figure in ambiti diversi che risultano oramai essere fondamentali per uno sviluppo completo di tutti i settori.

3

Oltre alla prima squadra, la società partecipa a quali campionati delle categorie giovanili?

La società per la prima volta nella sua storia, nella prossima stagione, disputerà tutti i campionati giovanili. Dagli allievi in giù a Gonnosfanadiga, nell’impianto di via Foscolo. La Juniores dovrà obbligatoriamente emigrare a Guspini, non avendo la possibilità materiale di un impianto che possa ospitare anche quella squadra.

La dirigenza in che misura intende valorizzare i ragazzi delle leve giovanili locali?

Il progetto sportivo è imperniato, tutto sulla leva giovanile. Lo scopo della società è quello di riuscire a far crescere i ragazzi al fine di poterli schierare nella propria prima squadra non tralasciando la possibilità di far emigrare gli stessi quando si verifichino approdi in società più importanti della nostra.

Quali obiettivi si pone la Società?

Per la prossima stagione una salvezza tranquilla per quanto concerne la prima squadra e l’ufficializzazione della scuola calcio nel settore giovanile. Sempre nel settore giovanile ci si pone l’obbiettivo della promozione ai tornei regionali per le due categorie allievi e giovanissimi.

Con quali finanziamenti viene amministrata la Società?

Tutte le iscrizioni e i tesseramenti degli atleti vengono coperte dalle quote socio, e dal contributo regionale allo sport. Il settore giovanile si sostiene dalle rette degli allievi iscritti e dai proventi della manifestazione giovanile che si disputa al termine della stagione sportiva, la prima squadra dai proventi del manifesto gare casalinghe, dalla pubblicità sul campo di gioco, dagli incassi delle gare casalinghe e dagli sponsor dedicati, nonché dagli incassi del torneo notturno.

Che tipo di partecipazione la Società attende dai tifosi gonnesi?

Una partecipazione più ampia della scorsa stagione. La presenza alle gare è fondamentale per i ragazzi che disputano la partita, è il dodicesimo uomo in campo. L’assenza di pubblico è deleteria per lo sport. Il problema è generalizzato, non riguarda solo Gonnos. Spesso si assiste a gare con 40-50 persone. Questa tendenza a lungo andare porterà alla rinuncia delle squadre locali e verrà meno la rappresentanza delle comunità nei campionati regionali e provinciali.

Sono presenti degli sponsor tra gli imprenditori locali?

Gli sponsor degli imprenditori locali sono presenti, ma non sono mai abbastanza. La situazione economica della nostra cittadina è disastrosa e questo si palesa anche nel sostegno alla squadra.

4

Il Gonnos ha avuto la Categoria attuale con un ripescaggio, ritiene che questo fatto possa richiedere un maggiore impegno per difenderla?

L’impegno è esattamente lo stesso. Il ripescaggio è avvenuto come seconda classificata e non per altre situazioni o condizioni. Se nel campionato di Prima categoria ci fossero stati i play off come in tutti gli altri campionati, magari, il passaggio di categoria sarebbe avvenuto direttamente.

Il campo di gioco è adeguato per la nuova categoria, ovvero abbisogna di interventi che possano richiedere gare in altri paesi limitrofi come avvenne già 33 anni fa?

Il campo di gioco è compatibile per la promozione, nel senso che le misure del rettangolo di gioco sono conformi ai regolamenti. Non lo è il contorno, cioè gli spazi adiacenti al rettangolo sono minimi e difficilmente accessibili; la struttura è vecchia e pericolosa; è inadeguata alle esigenze di una Seconda categoria, figuriamoci per una Promozione. Comunque non credo che si debba emigrare, speriamo di non doverlo fare. Se dovesse accadere sarebbe la fine del calcio a Gonnos e il ritorno all’anonimato. L’alternativa sarebbe ripristinare il campo in erba, quello lontano dal centro abitato, ma anche quella fattispecie è difficile da percorrere. A breve, visto il recente ripristino della rete di irrigazione, si potrà riseminare il campo. Questo però non permetterà attività agonistiche perché mancano gli spogliatoi, la rete di recinzione è oramai distrutta, non sono presenti gli spalti. Insomma non siamo messi bene.

Francesco Zurru

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy