Attualità Lunamatrona

Sa Corona Arrubia: Festival Internazionale del Folklore

Condividici...

Dal primo all’11 agosto si svolgerà la decima edizione del Festival Internazionale del Folklore, organizzata dal consorzio turistico Sa Corona Arrubia con la collaborazione delle amministrazioni comunali, delle Proloco e dei gruppi folk del territorio e con il contributo del Gal Marmilla. Quest’anno il programma coinvolgerà il pubblico dei comuni aderenti al Consorzio e di altri paesi dell’isola. Sono infatti previsti spettacoli folcloristici anche a Nule, Suni, Morgongiori, Escalaplano e San Nicolò Arcidano. Tra costumi, musiche e balli tradizionali, ai gruppi folk locali si alterneranno sui palchi quattro gruppi provenienti da Costarica, Slovacchia, Bulgaria e Bosnia. La manifestazione internazionale prenderà il via il primo agosto alle 18 nel museo Naturalistico del Territorio “Giovanni Pusceddu” a Lunamatrona, con la presentazione del progetto finalizzato allo scambio culturale. <Uno degli strumenti più significativi – dichiarano dal Consorzio – per promuovere una maggiore sensibilità per gli avvenimenti del mondo ed una formazione specifica alla conoscenza dei valori diversi e alla scoperta delle differenze come risorsa. Attraverso il confronto di culture diverse si rivaluta la propria specificità grazie alla forza aggregante delle tradizioni e dei riti>. Seguirà la serata a Pauli Arbarei con le esibizioni della Costarica e Slovacchia, che si esibiranno insieme anche il 3 a Villanovaforru e il 6 a Collinas. La Costarica inoltre si esibirà insieme alla Bulgaria il 2 agosto a Siddi e il 7 a San Nicolò d’Arcidano, e il 5 a Suni insieme ai gruppi folk locali. La Bulgaria e la Slovacchia si esibiranno insieme il 4 a Lunamatrona e il 5 a Villanovafranca. Poi la Bulgaria il 6 a Turri insieme al gruppo di Tuili, l’8 a Nule insieme a Slovacchia e Bosnia, e con la Bosnia il 9 a Morgongiori e il 10 a Sanluri. La Bosnia inoltre si esibirà il 7 a Villamar insieme alla Bulgaria e chiuderà le danze l’11 agosto ad Escalaplano. Il ricco programma ha suscitato alcune perplessità per l’assenza di Sardara, che di recente ha deliberato in consiglio comunale l’uscita dal Consorzio. <È un dispiacere – commenta Marino Ibba, ex assessore comunale al turismo e alla cultura – vedere che si rinuncia a manifestazioni così consolidate e di alto profilo culturale. Proprio Sardara che, tra i 20 comuni inclusi nel Consorzio, vanta il terzo posto come numero di abitanti e sicuramente il primo in quanto ad attrattori turistici. E dispiace che il nostro paese non approfitti di questi eventi a bassissimo costo (neanche mille euro), in grado però di attrarre numerose persone dall’intero circondario>.

Marisa Putzolu

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy