Attualità

San Gavino, degrado, crolli e pericoli nelle case popolari Area di via Pascoli

Condividici...

di Gian Luigi Pittau
____________________________

Da anni vivono nel degrado più assoluto i residenti dei 24 appartamenti di proprietà di Area (Ex Iacp) che si trovano in via Pascoli 16.
Non si contano i crolli dei cornicioni che rischiano di cadere sulla testa degli inquilini e gli interventi dei vigili del fuoco che più volte hanno dovuto mettere in sicurezza le aree pericolanti.
Ora come se non bastasse si sono aggiunte le infiltrazioni nelle case e a oggi a nulla sembrano essere servite le vibranti proteste dei residenti, le lettere di richiesta di intervento mandate al Comune e all’ente proprietario Area, che negli ultimi anni non ha più fatto interventi di manutenzione per questi edifici costruiti più di 40 anni.
Lo denuncia con forza Giuseppina Piano: «Il mio appartamento è al secondo e ultimo piano, ho tre figli e in una delle camere da letto ormai piove dento e la stessa cosa succede da anno in un balcone. Eppure Area ci chiede i soldi per l’affitto ogni mese. Chiedo interventi urgenti di restauro o di essere trasferita in altri appartamenti chiusi a San Gavino come una delle case Area di via Tiziano». Sulla stessa linea Federica Spanu: «Abito al secondo e ultimo piano e piove dentro la camera di letto di mia madre, nel bagno e nei balconi che rischiano di crollare: in uno di questi ho anche la bombola. Ci abito da 40 anni, la manutenzione degli edifici è stata fatta l’ultima volta nel 2005, ma da allora ci sono stati dei problemi. A causa dell’acqua che filtra dal tetto spesso salta l’elettricità: ci sono ancora i vecchi fili della corrente che non si usano più.  Sono venuti dei tecnici dell’Area per un sopralluogo. Chiediamo un intervento prima che possa succedere una tragedia. Alcuni mesi fa i pompieri sono intervenuti nel mio appartamento per mettere in sicurezza un cornicione enorme che pendeva».

Il pericolo è notevole anche per Sandra Cruccu, un’altra residente, che ha segnalato più volte lo stato di degrado: «I tecnici di Area sono venuti di recente ma mi sembra che sia stato sottovalutato lo stato di abbandono degli appartamenti. Il pericolo maggiore riguarda i balconi che sono in condizioni pessime: ogni giorno viviamo con l’incubo che i calcinacci possano caderci in testa. Io stessa all’inizio del 2019 ho chiamato i vigili del fuoco perché il balcone superiore cadeva a pezzi sulla mia casa».

Spara a zero il consigliere del gruppo misto Stefano Altea: «È necessario che gli Enti competenti intervengano il prima possibile per assicurare la sicurezza dei condomini di via Pascoli. Non è accettabile che l’incolumità di nostri compaesani sia a rischio per l’inerzia di chi ha l’obbligo di attivarsi». Ma il sindaco Carlo Tomasi, 69 anni, garantisce tutto il suo impegno: «Conosciamo questa situazione di degrado e abbiamo scritto più volte ad Area inoltrando i verbali dei vigili del fuoco, della polizia municipale e dell’ufficio tecnico. Area ha da poco fatto un sopralluogo in via Pascoli e noi abbiamo inviato l’ennesimo sollecito chiedendo un intervento urgente».

I pericoli non mancano anche nel viale esterno, che si trova a ridosso dei garage delle macchine: sono presenti quattro alberi di eucalipti che rischiano di cadere e che andrebbero tagliati con urgenza prima che succeda qualcosa di grave. Insomma un incubo continuo e senza fine.

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

LAVORA CON NOI!

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

GUSPINI         Via Gramsci n°2
TERRALBA     Viale Sardegna n°26
CAGLIARI       Via Corelli n°12
CAGLIARI       Via Tuveri n°29
VILLACIDRO  Via Parrocchia n°279

Vendesi a Torre dei Corsari in via delle Dune Appartamento arredato

RADIO STUDIO 2000

Laser Informatica di Sergio Virdis

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy