Cultura

San Gavino: “Equilibrio”, il nuovo murale di Millo

Condividici...

di Lorenzo Argiolas
_____________________

La quarantena ha bloccato molte attività che piano piano stanno riprendendo, con le dovute accortezze e nel rispetto delle restrizioni del caso. Anche i ragazzi dell’associazione Skizzo, a San Gavino, sono ripartiti con la loro consueta dinamicità. E hanno riaperto in grande stile con il murale “Equilibrio” ad opera di Francesco Camillo Giorgino, in arte Millo uno degli street artist più conosciuti al mondo.
Millo ha, infatti, firmato opere in diverse parti del mondo Torino, Milano, Shangai, Rio de Janeiro e Londra, solo per citare alcune delle città in cui è possibile trovare i suoi murales. Il murale è stato realizzato in Via Pascoli, presso le palazzine Area, in un muro di dieci metri per nove. Dal sabato al giovedì mattina Millo ha lavorato incessantemente per firmare un’opera che impreziosisce ulteriormente San Gavino, che ormai conta oltre sessanta murales. Le opere di Millo, solitamente, si caratterizzano per l’utilizzo quasi esclusivo del bianco e nero con qualche elemento colorato. Impressionante però è cogliere i dettagli che rendono quest’opera opera ancor più affascinante, specie se ammirata dal vivo. «Il significato – ha spiegato l’artista – rievoca in qualche maniera i mesi di lockdown che abbiamo passato in cui abbiamo dovuto mettere in equilibrio tanti oggetti della nostra quotidianità. Oggetti di lavoro, di cucina, di svago, ma anche oggetti che rievocano la nostra storia». Notiamo così una mela, un disco in vinile, una teiera e la faccia di un gigante di Monte Prama (omaggio alla cultura sarda) tutti messi in equilibrio.

È il primo murale “post-covid” a San Gavino, ma il pensiero in qualche modo non può non andare ad Antonino Pilloni, artista celebre in tutto il paese per i suoi dipinti e la sua passione per i funghi, venuto a mancare pochi giorni prima dell’inaugurazione del nuovo murale. Antonino era stato tra i fondatori del Gruppo Artistico Sangavinese e nel 2013 aveva firmato, insieme a Fernando Marrocu, il primo murale sangavinese “Civiltà Contadina” presso Casa Dona Maxima.
«Era uno dei nostri più grandi tifosi– afferma Riccardo Pinna, presidente dell’associazione Skizzo- non possiamo che essergli riconoscenti per i consigli e il sostegno che in questi anni non ci ha mai fatto mancare». Secondo alcuni il prossimo murale sarà un omaggio proprio a lui, che da anni aveva in mente di realizzare un nuovo murale «Non mi posso sbilanciare– continua Pinna– l’idea c’è ma non ne abbiamo ancora parlato concretamente. Un ricordo glielo dobbiamo».
Di sicuro a San Gavino l’arte non si ferma più, nemmeno dopo la pandemia.

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy