Economia & Lavoro

Sanluri: “Partycolari Preziosi”, l’idea di matrimonio delle sorelle Cara

Condividici...

di Arianna Concu

_____________________

Organizzare un compleanno, un battesimo o un matrimonio non sempre è facile. Spesso si hanno tante belle idee, magari un tema che si vorrebbe fosse il filo conduttore dell’evento. Tra il dire e il fare però a volte manca qualcosa: scarseggia la fantasia, manca la creatività, la manualità o, semplicemente il tempo per realizzarle.

Daiana e Federica Cara, sorelle di Samassi ma trapiantate a Sanluri per amore, hanno quel qualcosa in più, quel tocco capace di trasformare un’idea in realtà, di lavorare sui particolari per rendere unico e indimenticabile l’evento.

Così per il compleanno del bambino amante dei pirati la sala viene allestita come un galeone fantasma: nulla viene lasciato al caso dal forziere d’oro alle ciambelle a forma di uncino.

Gli sposi che invece decidono di convolare a nozze sotto Natale e adorano la semplicità e la natura si troveranno un allestimento con i colori e i richiami natalizi e uno stile campagnolo fatto di oggetti e addobbi in materiali all’apparenza poveri come lo iuta, il vimini, lo spago e la carta paglia e un tableau con i nomi rigorosamente a mano in “bella calligrafia”.

L’attività di Daiana e Federica si chiama “Partycolari preziosi” proprio perché il lavoro si caratterizza nella cura del dettaglio, di ogni minimo particolare, gli oggetti non sono messi a caso ma seguono un giusto ordine, a volte una vera e propria storia.

Come nasce Partycolari Preziosi?

«Nasce da molto lontano – spiega Daiana – fin da piccola ho amato i dolci, sia la parte delle degustazione ma anche quello della realizzazione. Preparavo i dolci con mia madre Lina poi quando è nata la “moda” della pasta da zucchero ne sono rimasta rapita. Sono nate le prime torte decorate con la pasta da zucchero per parenti ed amici ed è stato un successo». La svolta arriva però quando Daiana decide di sposarsi con il suo Marino. Per il matrimonio ha un’idea dell’allestimento, delle bomboniere e delle partecipazioni. Fa tutto lei, sposandosi in inverno idealizza un tema total white, disegna il suo progetto e va spedita. Un successo. Daiana lavora come impiegata part time alla Spiar ma vuole investire in questo suo aspetto creativo, decide così di seguire una serie di corsi.

Iniziano gli allestimenti per le prime feste a tema e, grazie alle foto pubblicate nel suo profilo social, arrivano i complimenti e le richieste. Coinvolgere la sorella Federica non è stato facile. Per un battesimo a Daiana viene in mente un angolo con dei palloncini. Ma è inesperta, così si fa accompagnare dalla sorella per partecipare a un corso a Sassari. Federica inizialmente è titubante, non le interessa, poi decide di accompagnarla. Ma quando prende in mano i primi palloncini si rende conto di possedere una manualità che non sapeva di avere: <A quel corso – ammette Federica – Mi si è aperto un mondo, modellare i palloncini e utilizzarli per realizzare degli oggetti è fantastico>.

Come si svolge il vostro lavoro?

«Le persone ci contattano e da un’idea predisponiamo un progetto, prima però parliamo con il cliente cerchiamo di capire i suoi gusti e ci premuniamo di fare un sopralluogo dove si svolge il ricevimento».

Qual è stata la richiesta più difficile? 

«Forse la più difficile, ma anche una delle più stimolanti, è stata un battesimo con tema il romanzo “Secret garden” (Giardino segreto). Una vera sfida, la progettazione è stata stimolante e il risultato è stato strepitoso».

E quella più bizzarra?

«Ovviamente sono quelle in famiglia, mio figlio a esempio per i suoi 6 anni ha chiesto il tema “moto”. Alla fine ho deciso che la location sarebbe stata l’officina di mio marito e ho valorizzato quello che già c’era».

C’è un lavoro che vi ha dato più soddisfazioni?

«Ce ne sono tanti ma uno in particolare. La festeggiata per il suo sessantesimo compleanno ci ha dato carta bianca. Quando abbiamo finito è ha visto l’allestimento si è messa a piangere per la gioia e ci ha abbracciate».

Faticoso?
«Fino a un certo punto perché è un lavoro che ci gratifica tantissimo, riusciamo a conciliarlo con l’altro lavoro (entrambe impiegate amministrative part time) e soprattutto con la famiglia anche se gli allestimenti spesso sono i fine settimana, ma poi recuperiamo con marito e figli».

Dietro Daiana e Federica c’è però un terzo elemento che sta sempre dietro le quinte: mamma Lina, un vero supporto a 360 gradi. Le aiuta con le idee, con gli allestimenti e, soprattutto, nella conservazione e catalogazione dei tanti materiali. «La parte più difficile è ritirare ma lei è una vera archivista, ormai abbiamo tantissimo materiale e grazie a lei riusciamo a ritrovare tutto».

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy