Attualità

Sardara, un milione e 250mila euro per valorizzare le terme, il castello di Monreale e il centro anziani

Sardara, casa anziani
Condividici...
di Gian Luigi Pittau
________________________________________________

 

Sardara punta sul benessere psico-fisico e sociale dei suoi concittadini e di tutti i suoi visitatori. Così l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Giorgio Zucca, ha ottenuto un milione 250mila euro, all’interno della programmazione territoriale, che permetteranno la realizzazione di percorsi sportivi sull’acqua termale per un importo di un milione di euro. A questo si aggiunge un finanziamento di 100mila euro per la valorizzazione del Castello di Monreale e dei suoi percorsi turistico-culturali mentre 150mila euro serviranno per la riqualificazione del centro d’accoglienza per gli anziani.

La proposta in oggetto prevede un intervento di completa riqualificazione funzionale di un’area di proprietà comunale situata in prossimità del Centro Benessere “Antiche Terme di Sardara”. «L’intervento – spiega il sindaco Giorgio Zucca – prevede la realizzazione di vasche termali fruibili gratuitamente in tutti i mesi dell’anno; i servizi igienici e le docce adiacenti; i locali di sosta per i visitatori; un parco giochi per i bambini e area pic-nic; un percorso salute inserito all’interno dell’area boscata adiacente, lungo il quale saranno posizionate fontanelle di acqua termale.

Terme

Le opere di-funzionalizzazione dell’area verranno realizzate nel rispetto dell’ambiente circostante, con il minor livello di impatto, limitando interventi ex novo ma, bensì sfruttando strutture pre-esistenti come i cosiddetti “bagni romani”, di proprietà comunale, destinati ad ospitare i locali per la sosta e i servizi. Il Comune di Sardara è titolare di una concessione mineraria fin dal 2001 per lo sfruttamento della risorsa termale».

Obiettivo dell’intervento è la riqualificazione e la messa a disposizione gratuita di un ambiente adatto per il relax e il tempo libero, in un luogo di grande pregio ambientale, storico e culturale.  «Il polo termale – spiega l’assessore Antonio Mameli – sarà messo a disposizione dei cittadini residenti nei comuni vicini, degli ospiti delle strutture ricettive presenti nel territorio, nei bed and breakfast, negli agriturismi, degli ospiti delle case dell’albergo diffuso, dei turisti itineranti (ciclisti, motociclisti, camperisti, visitatori giornalieri, ecc.). Il parco dell’acqua termale, pubblico completerà l’offerta dei servizi dei quali spesso si lamentano i visitatori del territorio. Vogliamo contribuire al rafforzamento del comparto turistico del territorio, integrando i servizi già presenti nell’area e stimolare la destagionalizzazione dei flussi, con un’offerta che sia fruibile in tutti i periodi dell’anno».

Castello di Monreale

Quest’intervento prevede la realizzazione di diverse opere di rinnovo tecnologico e valorizzazione del Castello di Monreale. Il focus progettuale riguarda le attività destinate a rendere fruibile il Castello per tutta la durata del giorno e durante l’intero corso dell’anno. «Per tale ragione – spiega Giorgio Zucca – abbiamo proposto un intervento di posa del sistema di illuminazione del centro nevralgico e maggiormente caratterizzante del Castello di Monreale, ossia il mastio e il relativo percorso che collega lo stesso Castello all’omonimo Borgo, distante circa un centinaio di metri. Nello specifico, l’adeguamento del sistema di illuminazione sarà condotto sulla linea dell’efficientamento energetico degli impianti attraverso l’utilizzo delle moderne tecnologie e nel pieno rispetto dell’ecosistema paesaggistico. In tal senso, si prevede l’installazione di un impianto fotovoltaico di piccole dimensioni, dotato di batterie di accumulo, ed un impianto di illuminazione led più efficiente dal punto di vista energetico, con una durata maggiore e più sostenibile. In aggiunta, la scelta di elementi a led permette di abbattere l’inquinamento luminoso, non saturando così l’ambiente. Inoltre, la disponibilità di energia elettrica renderà possibile l’installazione dell’impianto di videosorveglianza, funzionale alle attività di monitoraggio dell’intera area archeologica e dei relativi accessi».

Il comune di Sardara vuole migliorare la vivibilità dei luoghi per i servizi essenziali e di aggregazione. Per questo motivo intende riqualificare il centro per l’accoglienza per gli anziani, realizzato negli anni ’80, che non ha mai beneficiato di alcun intervento di manutenzione straordinaria, né funzionale né di adeguamento alle norme di sicurezza e prevenzione incendi. «Risulta pertanto urgente – spiega Giorgio Zucca – intervenire per favorire l’impermeabilizzazione e il rifacimento delle terrazze, il risanamento di alcuni ambienti di servizio e di alcune camere per gli ospiti, la sostituzione degli infissi esterni ed efficientamento dell’impianto di climatizzazione. Per migliorare le condizioni di vita dei pazienti attuali, favorire l’accessibilità dei parenti delle persone anziane, e soprattutto nella logica di incrementare l’attrattività della struttura, gli interventi di adeguamento sono indispensabili. Vogliamo rendere la struttura efficiente e adeguata alle specifiche esigenze degli ospiti e in particolare: effettuare interventi di impermeabilizzazione, interventi di risanamento in alcune camere e in ambienti di servizio, sostituire gli infissi esterni • ammodernare l’impianto di climatizzazione, secondo una logica di sostenibilità».

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy