Spettacoli Villasimius

Sardinia World Music Festival: dal 13 al 21 luglio omaggio alla musica popolare portoghese

Condividici...

Redazione
______________

Si rinnova a Villasimius l’appuntamento con Latitudine 39 – Sardinia World Music Festival: dal 13 al 21 luglio nel rinomato snodo turistico del sud Sardegna si celebrano culture, musiche e popoli accomunati dall’appartenenza al trentanovesimo parallelo, cerchio di latitudine che attraversa l’Europa, il Mar Mediterraneo, l’Asia, l’Oceano Pacifico, il Nord America e l’Oceano Atlantico.
La rassegna quest’anno giunge alla sua terza edizione, e prosegue il suo lavoro di ricerca e divulgazione sulla world music, forte del successo dei primi due anni che l’hanno vista ospitare alcuni tra gli artisti più rappresentativi della cultura e della musica popolare portoghese come Manuel Alegre de Melo Duarte (una delle più rilevanti personalità della cultura e della politica in Europa), Antònio Chainho (tra i più importanti fadisti del Portogallo), Aline Frazao e Isabel Norohna, solo per citarne qualcuno.

Stefania Secci Rosa

Nell’imminente edizione, tra gli ospiti di punta, sono attesi Eduardo Baltar Soares, Joao Afonso (nipote del leggendario Zeca Afonso), Filipa Pais e Maria Anadon, il concerto Locais con Stefania Secci Rosa, Andrea Granitzio, Matteo Gallus e le letture di Giacomo Casti e il gruppo Rakija.
Latitudine 39 – Sardinia World Music Festival è un evento ideato da questa amministrazione, che sosteniamo da tre edizioni con determinazione sia perché coniuga lo spettacolo con la cultura, sia perché promuove l’interazione fra culture, e la conoscenza e il confronto sono fondamentali per un’educazione al rispetto e al dialogo”, afferma il sindaco Gianluca Dessì. “Con Latitudine 39 vogliamo offrire ai nostri concittadini e ai visitatori un intrattenimento di qualità – aggiunge il sindaco – e ci auguriamo di poter ampliare questi eventi in futuro con un’offerta sempre più variegata”.
IL PROGRAMMA

Eduardo Baltar Soares

La terza edizione di Latitudine 39 – Sardinia World Music Festival avrà inizio ufficialmente sabato 13 luglio alle 21.30 in piazza Gramsci a Villasimius con il concerto “Cançoes Para Guitarra Portuguesa” di Eduardo Baltar Soares chitarrista, ricercatore e professore diplomato presso il Conservatorio Superiore di Musica di Castilla y León, con una laurea in Storia presso l’Università di Porto e un master in didattica della musica dell’Università di Minho.
Alle 22.15 microfoni e riflettori si accenderanno per la formazione composta da Stefania Secci Rosa (voce), Andrea Granitzio (pianoforte), Matteo Gallus (violino), Giacomo Casti (letture) e l’ospite d’eccezione Eduardo Baltar Soares alla chitarra. Il titolo del concerto proposto per l’occasione è Locais, e raccoglie repertorio sviluppato nel corso degli anni dai suoi musicisti, frutto di una commistione che vede protagonisti il Portogallo, l’Argentina, la Spagna, il Brasile e i ritmi dell’Africa.

Por Terras Do Zeca

Sabato 20 luglio alle 21.30 sotto le stelle della piazza Guardia Costiera presso il porto di Villasimius sarà la volta del progetto “Por Terras Do Zeca”, tributo alla figura del cantautore portoghese José “Zeca” Afonso, simbolo della rivoluzione dei garofani del 1974 contro la dittatura di Salazar. Sul palco il nipote di Zeca, João Afonso, proporrà la musica dello zio riarrangiata dal violoncellista e chitarrista italiano Davide Zaccaria, radicato dal 2000 a Lisbona e collaboratore dei piú importanti cantanti portoghesi come Dulce Pontes, Mariza e Jorge Fernando. Il lavoro costituisce uno snodo fondamentale per comprendere profondamente la cultura portoghese basata non solo sul fado. A affiancare Afonso e Zaccaria, ci saranno Armindo Neves alla chitarra, Paolo Massamatici all’oboe, Luis Pinto al basso, Ivo Martins alla batteria e le cantanti Maria Anadon e Filipa Pais, per dare voce alle canzoni più conosciute della storica, oramai, icona della musica lusitana.

Chiusura in festa per la terza edizione di Latitudine 39, invece, il giorno dopo domenica 21 luglio alle 21.30 sullo stesso palcoscenico del giorno precedente (in piazza Guardia Costiera) con il pirotecnico concerto dei Rakjia, formazione composta da Matteo Gallus al violino, Riccardo Sanna alla fisarmonica, Matteo Sedda alla tromba, Matteo Marongiu al contrabbasso ed Emanuele Pusceddu alla batteria. L’evento si colloca in concomitanza con la festività della Madonna del Naufrago, importante appuntamento dell’estate nel sud Sardegna, e vedrà il quintetto cimentarsi con la propria musica orientata ad abbattere le frontiere tra generi musicali, con l’obiettivo di sublimare nell’integrazione tra gli elementi e le peculiarità proprie di ogni stile musicale, creando una musica rappresentativa del nostro tempo e della società attuale.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

LAVORA CON NOI!

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

GUSPINI         Via Gramsci n°2
TERRALBA     Viale Sardegna n°26
CAGLIARI       Via Corelli n°12
CAGLIARI       Via Tuveri n°29
VILLACIDRO  Via Parrocchia n°279

Vendesi a Torre dei Corsari in via delle Dune Appartamento arredato

RADIO STUDIO 2000

Laser Informatica di Sergio Virdis

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy