Attualità Sardara

Scelta del pediatra negata, mamme in rivolta

Condividici...

Disagi per la scelta del pediatra per le neomamme del Medio Campidano ed in particolare per quelle di Sardara e Pabillonis.  Al momento i medici specializzati disponibili nel distretto di Guspini sono solo due e le mamme rivendicano la libertà di scelta.
LETTERA ALLA ASL «Questa possibilità – spiegano le mamme di Sardara -viene negata al poliambulatorio di via Nurazzeddu di San Gavino Monreale. Abbiamo scritto una lettera con richiesta di chiarimenti al direttore della Asl 6 e al dotto Maurizio Locci. Abbiamo i nostri figli iscritti col pediatra Mario Moi. Purtroppo è da un po’ di tempo che i nuovi nascituri incontrano difficoltà nell’accettazione alla Asl circa l’iscrizione dei loro piccoli con il dottor Moi. Non ci viene data una motivazione valida se non che il dottor Moi ha raggiunto il numero massimo di iscritti, motivazione a nostro parere priva di senso».
LE PROTESTE I disagi si fanno sentire soprattutto per le mamme di Pabillonis e Sardara che vorrebbero scegliere uno dei due pediatri che garantisce le visite nei due paesi. Questo problema pare non si verifichi nel poliambulatorio di Guspini dove alle mamme è permessa la scelta libera del pediatra, cosa che non sarebbe concessa a San Gavino Monreale. Non sono chiari i motivi del trattamento differente nei due poliambulatori del distretto di Guspini della Asl 6.

16fo-visita-dal-pediatra
MAMME SENZA AUTO
Con la petizione scritta di protesta che arriverà ai vertici della Asl si spera che venga fatta luce sul problema. Molte mamme, senza auto, non si possono spostare in un altro paese per andare dal pediatra: «Chiediamo ai dirigenti della Asl – continuano le mamme – di mettersi nei panni delle neomamme (alcune non automunite) che troverebbero grosse difficoltà nello spostarsi in atri paesi anche solo per una visita di routine o semplicemente in situazioni in cui i piccoli necessitano di un semplice controllo pediatrico, essendo quest’ultimo un diritto di ogni bambino».

I DIRITTI DEI BIMBI «Risulta impensabile se non ridicolo avere la disponibilità di un medico a Sardara e viaggiare con i piccoli fuori paese. Disponibilità che ancora ci viene offerta dal dottor Moi, nonostante la pesante situazione creatasi, con il rischio che quest’ultimo possa decidere anche di abbandonare il posto», rimarcano le mamme, . «Non vogliamo e non possiamo permettere che la cattiva gestione degli affari pubblici tocchi i diritti incontestabili di questi piccoli bambini.  Faremo tutto ciò che è in nostro potere per risolvere la questione. Confidiamo nella disponibilità della Asl 6 per cercare di risolvere il problema essendo questa una ridicola e grave situazione di disagio».

Gian Luigi Pittau

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy