Attualità

Serramanna, concerto finale degli alunni della scuola media

Condividici...

Nell’ampio cortile della scuola media in via Sicilia, circa duecento ragazzi di tutte le sezioni (A, B, C, D) hanno dato vita a un concerto musicale, con la direzione artistica del docente di musica Robertino Scano e della collaborazione di Carlo Desogus, Domenico Piras, Piero Collu di Assemini, Stefano Cocco, Michela Dessalvi, Maria Grazia Gandolfo e Carolina Durzu.

Dopo due anni, causa pandemia, hanno assistito all’evento anche i genitori e accompagnatori degli alunni che, con emozione ed entusiasmo, hanno applaudito e sostenuto i propri ragazzi.
Sono stati utilizzati trenta strumenti musicali tra i quali le chitarre, i bassi elettrici, i pianoforti, le tastiere elettroniche, la batteria, le percussioni didattiche, i flauti, i clarinetti, i violini e naturalmente le voci. Una piacevolissima sorpresa è stata la presenza di Leonardo Palmas di Pimentel, di madre serramannese che, con le launeddas, ha eseguito, in una versione personalizzata, il brano tradizionale “No potho reposare”. Apprezzatissima la performance di Alessandra Grecu (alunna del maestro Ignazio Brandinu di Samatzai) che, accompagnata alle chitarre da Andrea Pusceddu (seconda media) e dallo stesso maestro, ha cantato “Amore che vieni, amore che vai” di Fabrizio De Andrè e “The rose” di Bette Midler.

Durante il concerto, presentato dagli stessi alunni, sono state eseguite musiche di autori, stili e generi differenti: dai brani classici di Mozart e Beethoven alle musiche dei gruppi storici dei Queen, Beatles e Pink Floyd. Non sono mancate le musiche in stile jazzistico e quelle più popolari come i tormentoni estivi.

È stato allestito un multi palcoscenico che ha potuto accogliere un imponente impianto audio – luce professionale, mentre, per quanto riguarda le riprese video, sono state realizzate da Erika Meloni di Serramanna.

Le due ore di puro spettacolo sono state dirette dal professor Robertino Scano che, con un pizzico di ironia, ha dato al concerto un taglio brillante e per nulla noioso.

Al termine dell’evento è intervenuta la dirigente scolastica, dott.ssa Antonella Rita Pisu, che ha ringraziato, per l’importante collaborazione, il personale Ata, i docenti, il sindaco e le forze dell’ordine. Ha anche sottolineato l’importanza dell’attività collaborativa tra i docenti, ha elencando i tanti benefici formativi e sociali della musica nella scuola e ha, inoltre, auspicato una ripresa di tutte le attività senza la presenza di restrizioni e limitazioni dovute alle emergenze Covid-19. Ha ringraziato il prof. Scano e omaggiato la docente di Arte Prof.ssa Michela Dessalvi per aver realizzato il murales di circa 14 metri “…e musica sia!” che ha fatto da sfondo al maxi palcoscenico.

Il “Concerto finale 20#22” è stato al centro di altri due eventi musicali organizzati dai docenti delle classi di strumento: chitarra, flauto dolce, violino e clarinetto.

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy