Appuntamenti

Serramanna: Festival internazionale della letteratura autobiografica, Stràngius: Testimoni del nostro tempo

Condividici...

di Maurizio Onidi

_______________

Ha preso il via il 23 settembre a Serramanna la prima delle cinque giornate previste da “Il Festival letterario internazionale della letteratura autobiografica – Stràngius: Testimoni del nostro tempo”.
La manifestazione che si concluderà domenica 27 settembre  vedrà interessati i ”bixinaus antigusu” (antichi rioni) del paese.
I numerosi eventi saranno  ospitati all’interno dei cortili delle antiche case campidani in terra cruda e vedrà susseguirsi presentazioni, reading letterari, mostre, premiazioni e degustazioni.

Il Festival inserito all’interno del progetto “TerrAccogliente 2020″ è un progetto dell’Amministrazione Comunale di Serramanna, realizzato con il patrocinio della Regione Autonoma della Sardegna e dell’Unione dei Comuni “Terre del Campidano”. Realizzato in collaborazione con l’Associazione “Città della Terra Cruda”, la Biblioteca Gramsciana Onlus e numerose realtà associative serramannesi. L’evento si propone di offrire preziose e proficue occasioni di incontro e confronto tra mondi e culture diversi sulle orme dell’illustre serramannese Vico Mossa, autore del romanzo autobiografico “I cabilli”.

La cura è il tema di questa edizione, ovvero “La Cura. Mia, tua, nostra, vostra, loro protezione. I testimoni di questa edizione sono coloro che curando, ma anche col raccontare la propria testimonianza del male patito proteggono se stessi e gli altri” dichiara Giuseppe Manias, direttore artistico del Festival. Il tema sarà declinato nel corso degli incontri, presentazioni letterarie, mostre e degustazioni che caratterizzeranno il ricco programma delle cinque giornate.

Tanti gli ospiti: Daniele Mocci sceneggiatore di fumetti, scrittore e copywriter, Marco Frattini runner e scrittore, Luca Telese giornalista e scrittore, Fraser Lauchlan scrittore, Angelica Grivel Serra fotomodella e scrittrice, Francesco Abate giornalista e scrittore, Beppino Englaro padre di Eluana, Pietro Bartolo medico di Lampedusa ed eurodeputato, Giovanni Angiolini medico specializzato in ortopedia e traumatologia, Giorgia Benusiglio educatrice e scrittrice, Luigina Mortari, professore ordinario di Epistemologia della ricerca all’Università di Padova e scrittrice, Shaun Bythell libraio e scrittore.

Tutti gli incontri si potranno seguire anche in diretta streaming nei canali ufficiali del festival: sito, YouTube e Facebook.

Nel corso della manifestazione saranno consegnati i premi letterari “Franco Putzolu: testimone dell’identità sarda” e “Vico Mossa: testimone del nostro tempo”, due opere realizzate dagli artisti  LS Linearte di Lucio Fanti e Silvia Concas e Marina Putzolu.

Cinque le mostre ospitate, una per ogni giorno della manifestazione.

Questa edizione vede anche la collaborazione con “Vengo Anch’io”, un progetto che mira alla creazione di un innovativo servizio di accompagnamento e di condivisione della cultura grazie alla disponibilità e ai mezzi di persone volontarie. Le persone con disabilità o con limitata autonomia potranno iscriversi alla piattaforma per essere poi messi in contatto con i volontari che li accompagneranno all’evento.

Numerosi e importanti gli ospiti nazionali e internazionali presenti nelle scorse edizioni: nella prima edizione (2018) la giornalista e scrittrice Argia Granini, Giovanni Impastato scrittore e fratello minore di Peppino, ucciso dalla mafia nel 1978, Caterina Chinnici magistrato e figlia del giudice Rocco Chinnici ucciso dalla mafia nel 1983, Ivan Carozzi giornalista e scrittore e Hernanda Calvo Ospina giornalista e scrittore colombiano. Nella seconda edizione (2019) l’ex bandito Annino Mele e il giornalista e scrittore Anthony Muroni, lo scrittore operaio Angelo Carta, Gianni Andrea Deligia, il sacerdote attivista Pierluigi Di Piazza, il giornalista antimafia Elia Minari, Egidia Beretta madre di Vittorio Arrigoni, attivista assassinato a Gaza, Eric Gobetti storico e giornalista e Jovan Divjak, ex generale bosniaco.

In caso i pioggia gli eventi programmati nei cortili delle case di terra cruda si svolgeranno presso la Sala Conferenze Vico Mossa. Tutti gli eventi si svolgeranno nel rispetto delle norme  anti Covid 19. Sedute e spazi saranno igienizzati prima e dopo ogni incontro. Non sarà necessario prenotare.

Le prime due giornate previste dal programma  hanno visto mercoledì 23, a Casa Boassa Lasio,  Mostra”Le foto raccontano… come eravamo” a cura dell’Associazione Culturale Tradizioni Popolari “Serramanna”.  Daniele Mocci ha presentato il suo libro “L’ultimo giorno di Primavera” con il coordinamento di  Fabiola Onnis (Biblioteca Comunale) e Alessandra Mocci,  Marco Frattini con il suo libro “Vedere di corsa e sentirci ancora meno” coordinato da Mattia Scalas cui ha fatto seguito nell’area esterna sala conferenze Vico Mossa,  l’incontro con Luca Telese con il suo ultimo lavoro  “Cuori Rossoblu” coordinato da Giuseppe Manias.

Giovedì 24 settembre a casa Abis incontro con Fraser Lauchlan per la presentazione del libro “Uno scozzese in Sardegna”con il coordinamento di Andrea Cossu (CPIA 2 Serramanna). È seguito l’incontro con Angelica Grivel Serra che ha presentato il libro “L’estate della mia rivoluzione” coordinata da Michela Arisci (Ass. Aletheia). Francesco Abate, coordinato da Debora Zucca ha presentato i libri “Torpedone Trapiantati” e “Ajo o Mà”. Per le mostre Vignette d’Autore “ Franco Putzolu racconta la sanità in Sardegna”

Molto ricco il calendario degli appuntamenti per  le prossime tre giornate, a partire da  Venerdì 25 settembre, Tema della  giornata  “Il valore della vita” a Casa Onnis Pacini alle 17,30, incontro con Beppino Englaro,  presentazione del libro “La vita senza limiti, la morte di Eluana in uno stato di diritto” coordina Anna Luana Tocco.  Alle 19 seguirà  Pietro Bartolo, con la presentazione del libro “Lacrime di Sale, la mia storia quotidiana da medico di Lampedusa, tra dolore e speranza”. Coordinano Federica Assorgia (Ass. Aletheia) e Francesco Bachis. Per le mostre: “Barcones”di Nico Orunesu .

La giornata di  Sabato 26 settembre ha come tema “Perdere e recuperare”. All’Antico Chiostro del Convento dei Domenicani, alle 17,30 incontro con Giovanni Angiolini per la presentazione del libro “Il mio metodo wellness”. Coordina Giuseppe Manias (Biblioteca Gramsciana).
Alle 19 Giorgia Benusiglio presenta il suo libro “Io non smetto, la vita è uno sballo” con il coordinamento di Alessio Onnis. Mostra “Love pills, altereted state of shopping” a cura di Janlucas.

Domenica 27 settembre ultima giornata, dal tema “La cura del corpo e dello spirito” Al Montegranatico incontro con Luigina Mortari alle 17,30 per la presentazione del libro “La filosofia della cura”.
Coordinano Maria Debora Zucca e Valentina Steri.
Alle 19 Shaun Bythell presentazione del  suo libro “Una vita da libraio”. Coordinano Maria Grazia Cossu (Ass. Il Pungolo) e Stefano Giaccone. A seguire consegna del premio letterario “Vico Mossa: testimone del nostro tempo”.
Mostra: Luxi, equilibri cromatici terre di Sardegna a cura dell’Associazione Internazionale “Città della terra cruda” e dell’Arch. Isabella Breda.

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy