Cultura

Serramanna, V Edizione del Festival Letterario Internazionale della Letteratura Autobiografica

Condividici...

Domani, sabato 24 settembre, primi appuntamenti targati Stràngius.

Si comincia alle 10,30, la suggestiva Casa campidanese Abis (via Roma 58/60) ospiterà la tavola rotonda “Festival letterari: esperienze e prospettive”, che vedrà la partecipazione di Giuseppe Manias, direttore artistico Stràngius Festival, Francesca Spanu, avvocato, autrice e direttrice artistica del “Festival “Letterario del Monreale” (San Gavino Monreale), Luca Manunza, presidente associazione “Cabudanne de sos poetas” (Seneghe) e Roberto Scanarotti, autore e direttore del “Festival dell’Autobiografia” – Anghiari (AR).

Coordina l’incontro Giovanni Maccioni, assessore alla Cultura del Comune di Serramann.

L’incontro si potrà seguire anche in diretta #streaming nei canali ufficiali del festival: sito, YouTube e Facebook.

A seguire, alle ore 11,45, l’inaugurazione delle tre mostre allestite in occasione del festival, coordinate e gestite dall’Associazione Il Pungolo e visitabili dal 24 settembre al 02 ottobre.“Codici Estetici di Ghigo Chalrėo”, a cura di Mauro Podda ospitata nei locali del Montegranatico (via Montegranatico). “Polvere, seta e vecchie foto. I tesori nascosti di un tempo che fu”, a cura di Associazione Tradizioni Popolari Serramanna, ospitata presso l’Oratorio di San Sebastiano (via Serra, 40). ”Nuvole di Rifiuti”. Vignette Franco Putzolu a cura di Mauro Podda e Marina Putzolu, ospitata presso la Sede Società Operaia (via Serra, 42).

Il Festival Letterario Internazionale della Letteratura Autobiografica Stràngius, giunto alla sua V edizione, si terrà a Serramanna (SU) per cinque giorni, da mercoledì 28 settembre a domenica 2 ottobre 2022 e sarà ospitato nei bixinaus antigusu (antichi rioni) del paese, all’interno dei cortili delle antiche case campidanesini in terra cruda e vedrà susseguirsi presentazioni, reading letterari, mostre, incontri con le scuole e premiazioni.

Il Festival è organizzato dall’Associazione “Città della Terra Cruda” e patrocinato dall’amministrazione comunale di Serramanna, dalla Regione Autonoma della Sardegna, dall’Unione dei Comuni Terre del Campidano e realizzato in collaborazione con la Biblioteca Gramsciana Onlus che, sulle orme dell’illustre serramannese Vico Mossa, autore del romanzo autobiografico “I cabilli”, e in collaborazione con numerose realtà associative locali si propone di offrire preziose e proficue occasioni di incontro e confronto tra mondi e culture diversi. Il Festival è inserito all’interno del progetto “TerrAccogliente 2022”.

Rifiuti. Ricchezza o danno? Il tema della V edizione del Festival  viene sintetizzato da una frase di Pier Paolo Pasolini, di cui quest’anno ricorre il centenario dalla nascita, tratto da La religione del mio tempo (Milano, Garzanti 1961). ove scrive:

Nei rifiuti del mondo, nasce
un nuovo mondo: nascono leggi nuove
dove non c’è più legge; nasce un nuovo
onore dove onore è il disonore…
Nascono potenze e nobiltà,
feroci, nei mucchi di tuguri,
nei luoghi sconfinati dove credi
che la città finisca, e dove invece
ricomincia, nemica, ricomincia
per migliaia di volte, con ponti
e labirinti, cantieri e sterri,
dietro mareggiate di grattacieli,
che coprono interi orizzonti.

Il Festival sarà articolato in cinque giornate, ciascuna delle quali caratterizzata da un tema specifico: I colori del rifiuto (mercoledì 28), Rifiuti perché ribelli (giovedì 29 settembre), Rifiuti nel Pianeta Sardegna (venerdì 30 settembre), Rifiuti perché diversi (sabato 1 ottobre), Rifiuti nella nostra terra (domenica 2 ottobre).

I “testimoni” di questa edizione affronteranno il tema “RIFIUTI” sotto diversi aspetti: sociali, economici, culturali, religiosi e tradizionali attraverso una narrazione che parte dal vissuto personale. Gli ospiti di questa edizione: Vania Erby laureata in ingegneria si occupa di politiche ambientali, Pap Khouma, scrittore e giornalista senegalese naturalizzato italiano, Esperance Hakuzwimana ”attivista culturale” e scrittrice, Fabio Coronas illustratore, Cristian Sanna e Valentina Spiga scrittori, Dino Garau figlio di Nino Garau partigiano e testimone e Walter Falgio giornalista , Claudia Pinelli figlia di Giuseppe Pinelli, Vincenza Lorusso infettivologa, Chiara Meloni e Mara Mibelli autrici, e attiviste femministe e body positive, Padre Salvatore Morittu sacerdote francescano dell’Ordine dei Frati Minori, ha al suo attivo numerosi progetti di prevenzione e ricerche sulle dipendenze e lo scrittore Giampaolo Cassitta, Rita Atzeri attrice e autrice e Eva Rasano illustratrice, Valentina Perniciaro autrice e blogger legata al mondo dell’attivismo, la reporter Stéphanie Lebrun, Antonio Canu esperto in gestione di aree protette, giornalista e scrittore, Francesco Sottile insegna Coltivazioni arboree e Arboricoltura speciale all’Università di Palermo, lo scrittore ed ecologista Giannozzo Pucci.

Tutti gli incontri si potranno seguire anche in diretta streaming nei canali ufficiali del festival: sito, YouTube e Facebook.

Nel corso della manifestazione saranno consegnati i premi letterari “Franco Putzolu: testimone dell’identità sarda” e “Vico Mossa: testimone del nostro tempo”, opere realizzate dagli artisti Lucio Fanti e Silvia Concas (LS Linearte), Marina Putzolu e Luciano Lixi.

Tre le mostre allestite in occasione del festival, coordinate e gestite dall’Associazione Il Pungolo e visitabili dal 24 settembre al 02 ottobre.“Codici Estetici di Ghigo Chalrėo”, a cura di Mauro Podda ospitata nei locali del Montegranatico (via Montegranatico). “Polvere, seta e vecchie foto. I tesori nascosti di un tempo che fu”, a cura di Associazione Tradizioni Popolari Serramanna, ospitata presso l’Oratorio di San Sebastiano (via Serra, 40). ”Nuvole di Rifiuti”. Vignette Franco Putzolu a cura di Mauro Podda e Marina Putzolu, ospitata presso la Sede Società Operaia (via Serra, 42).

Nel corso dell’evento, per tutte e cinque le giornate, si terrà l’estemporanea di pittura che vedrà protagonisti gli artisti Francesco Virdis, Noemi Lisci, Giuseppe Todde, Luisa Irene Serpi e Sebastiano Pusceddu.

Sabato 24 settembre, alle ore 10,30, presso la Casa Campidanese Abis (via Roma) si terrà una tavola rotonda sui Festival letterari, che vedrà la partecipazione dei curatori e organizzatori dei festival partner: Festival Strangius Serramanna, Festival del Monreale – San Gavino, Festival Cabudanne de sos poetas – Seneghe, Festival dell’Autobiografia – Anghiari (AR).

Da segnalare due iniziative partner che si svolgeranno a Serramanna gli stessi giorni del festival e che condividono lo spirito del Festival:

 Giovedì 29 e venerdì 30 settembre ore 9

Puliamo il Mondo (per un clima di pace) Serramanna 2022

Manifestazione per la riqualificazione e valorizzazione urbana a cura dell’Amministrazione Comunale in collaborazione con Legambiente, Istituto Comprensivo Serramanna e IIS Buonarroti

Domenica 02 ottobre ore 10,30

La Pazzieggiata (36° edizione)

Passeggiata ecologica per le vie e le campagne del paese

Partenza da Piazza del Popolo, arrivo in località Santa Maria

A cura della Polisportiva Atletica Serramanna

Media partner dell’evento UNICA RADIO.

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy