Economia

Trexenta: il futuro in una grande occasione

Condividici...

Senorbì, il Comune più popoloso nella Trexenta, zona nel suo complesso considerata svantaggiata per evidenti ragioni geografiche e morfologiche, vive clamorosamente da tempo una contraddizione rispetto ai tanti paesi vicini, le cui zone agricole spesso si confondono.
Questa incongruenza è causata da un singolare deficit di tutela che quantomeno rende disomogenea un’area dove la vita economica e sociale si basa sull’erogazione di servizi e sull’attività agropastorale.
Stessa sorte vive oggi il Comune di Ortacesus, paese più piccolo a quattro minuti di strada da Senorbi.
Per capirci, carte topografiche alla mano, il centro di un territorio più vasto – svantaggiato – non è considerato tale. Ma ciò che stupisce ancor di più, le due frazioni di Senorbi, Arixi e Sisini, inglobate fisicamente nel territorio, non possono riconoscersi nelle stesse condizioni e nello stesso contesto a cui appartengono pur facendone parte sotto tutti i punti di vista.

Alessandro Pireddu, sindaco di Senorbì

«Il raggiungimento di un status omogeneo sarebbe una riscossa per il nostro territorio; siamo assolutamente determinati per ripristinare pari opportunità», afferma il sindaco di Senorbì Alessandro Pireddu.
Complicato? Non proprio; è di fatto la situazione sotto gli occhi di tutti che emerge in questa lacuna. Sarebbe assurdo pensare che gli allevamenti e le coltivazioni cerealicole in agro senorbiese – in terreni sebbene irrigui, prevalentemente collinari, talvolta rocciosi se non impervi come lo sono tutti quelli dell’intera zona – abbiano ragionevolmente un valore aggiunto superiore rispetto a parametri che potrebbero rivelarsi astratti e avulsi dalla realtà attuale.
In che cosa consisterebbe la condizione di zona svantaggiata?
Parametri specifici nel punteggio e dunque maggiori possibilità che, per le aziende agricole sane, consentirebbero la possibilità di competere alla pari con altre imprese nelle graduatorie stabilite per l’erogazione di agevolazioni destinate, per esempio, al settore giovanile o in previsione indennità compensative ovvero acquisto di beni strumentali. Insomma, la struttura portante di un territorio tutelato nel cui centro, questa tutela non è riconosciuta; una questione per la quale sembrerebbe che non sia ancora detta l’ultima parola. (red.)

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy