Cronaca. Corpo Forestale

Tutela delle tartarughe marine

Condividici...

Sale a cinque, nel giro di una settimana, il numero di tartarughe in difficoltà recuperate nelle acque dell’Area marina protetta (AMP) di Tavolara – Punta Coda Cavallo.
Gli animali sono stati soccorsi tempestivamente grazie alle segnalazioni di cittadini e Forze dell’ordine e all’avvio di staffette, fra le varie istituzioni, che ne hanno consentito il rapido trasporto fino a uno dei centri di recupero presenti sul territorio sardo.
Le competenze sviluppate dagli operatori delle Aree marine protette, nel corso di tanti anni, hanno fatto sì che tante tartarughe fossero curate con buon esito presso i Centri di Recupero (ospedalizzazione e di primo soccorso) e, nel corso del medio lungo termine, rilasciate per proseguire la loro vita in natura.
I ritrovamenti degli ultimi giorni sono però un campanello d’allarme, come ci fa osservare il Direttore dell’AMP di Tavolara Augusto Navone: “Tutti gli animali ritrovati sono vittime di catture accidentali con strumenti di pesca (lenze, ami, reti) abbandonati in mare”.

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy