Attualità

Un’estate di musica, fotografia, teatro e cultura in Marmilla

Anabel Rodriguez, Stefano Casti, Andrea Sanna, Nicola Vacca
Condividici...

La musica a 360 gradi irromperà ad agosto nelle strade in acciottolato, nelle piazze e nei centri storici dell’Alta Marmilla.

E ancora teatro, scavi archeologici e fotografia nei prossimi mesi estivi.

Perché la macchina della cultura e della promozione del territorio del Consorzio turistico “Due Giare” non si ferma. E non si è mai fermata neanche dall’avvento della pandemia, poco più di un anno fa.

Betty Oro e Lino Zedda

Nell’ultimo incontro fra i sindaci e gli amministratori del Consorzio nella sede di Baressa il presidente Lino Zedda ha illustrato ai colleghi la programmazione estiva degli eventi nei dodici comuni del territorio delle Due Giare. <Una programmazione al momento sommaria, in attesa di conoscere gli sviluppi legati alla diffusione del Covid nelle prossime settimane>, ha precisato Zedda, <così ribadiamo la nostra volontà di animare di nuovo le nostre comunità con appuntamenti a misura di paese, che rispettino le norme di contenimento del virus, ma diano di nuovo la possibilità ai nostri cittadini di rivivere gli spazi urbani e godere di musica, arte e cultura>.

Ad agosto la rassegna “Tra cortili, giardini e piazzette” dell’associazione “Palazzo d’inverno”, a luglio la ripresa degli scavi archeologici nel sito di Brunk’e s’Omu a Villa Verde. E ancora nei prossimi mesi la prosecuzione del progetto fotografico “A Banda” con il coinvolgimento di ulteriori quattro comuni e la collaborazione con il Teatro Tragodia di Mogoro per un festival identitario delle isole del Mediterraneo.

LA RASSEGNA <Abbiamo pensato a una serie di spettacoli musicali per questo territorio>, ha spiegato agli amministratori del Consorzio Betty Oro, presidente dell’associazione “Palazzo d’Inverno”, che dal 1987 si occupa di promozione culturale anche nei paesi dell’interno dell’isola e che proporrà in Marmilla “Tra cortili, giardini e piazzette” proprio con il sostegno delle Due Giare.

Andrea Angiolini

Oro ha aggiunto: <Questo nome non è stato scelto a caso. Abbiamo pensato a piccoli spazi per i nostri appuntamenti, ma di qualità e nel territorio del Consorzio avevamo solo l’imbarazzo della scelta da questo punto di vista. Abbiamo voluto investire in questi dodici comuni il finanziamento regionale ricevuto per questa rassegna, inserendo artisti che vivono o hanno radici in questo territorio. La nostra filosofia è la promozione di questi luoghi attraverso i nostri spettacoli>.

Tiziana Capasso

Esibizioni per ora pensate intorno alle 19,30, nel tardo pomeriggio, per dare la possibilità di proporre anche eventi collaterali come laboratori per bambini e ragazzi, ma anche aperitivi, degustazioni e momenti d’incontro. <Naturalmente nel rispetto delle norme di sicurezza legate alla situazione pandemica>, ha precisato la presidente di Palazzo d’Inverno. Il vero contenuto sarà la musica, senza alcuna pregiudiziale di genere, <per accontentare tutti>, ha spiegato Oro.

Guillermo Espinosa e Yoris Beltran

Ecco Isulas, ovvero il violinista e batterista jazz Francesco Sotgiu, il diplomato in pianoforte jazz Matteo Carrus e Stefano d’Anna e i Bumblebee Maze, alias il pop e funk di Francesco Demelas e Manuela Fenu. Ancora la musica d’autore con il chitarrista Gianluca Podda in duo con Giuseppina Murgia. Poi Ladies of Jazz, ossia il soprano lirico e cantante pop/jazz Tiziana Capasso, il musicista cagliaritano Alessandro Angiolini e il pianista e compositore Andrea Angiolini e il trio Betty Loop Ensemble con Elisabetta Delogu, Antonio Pisano e Alessio Olla. Quindi The Rocies con la vocalist cubana Anabel Rodriguez Roche e i musicisti Nicola Vacca, Stefano Casti e Andrea Sanna, il trio Brinca composto dai suonatori Paride Peddio, Jonathan Della Marianna e Federico di Chiara e infine Piel Canela con il cantante di salsa Guillermo Espinosa e il musicista Yoris Beltran. Tutti artisti che dal 1 al 18 agosto si esibiranno nei paesi di Albagiara, Senis, Pompu, Sini, Usellus, Nureci, Assolo, Gonnosnò, Baressa, Villa Verde, Curcuris e Baradili.

LA FILOSOFIA  Il presidente Zedda ha detto soddisfatto: <Lo spirito dell’iniziativa è in linea perfetta con l’approccio del nostro Consorzio verso il territorio e la programmazione degli eventi nei nostri dodici comuni. Ovvero coinvolgere le comunità e renderle protagoniste e, nello stesso tempo, promuovere le nostre risorse. Ben vengano, dunque, queste attività di alto livello culturale>. Lo ha seguito il sindaco di Curcuris Raffaele Pilloni: <Un importante scommessa sulla cultura, soprattutto in questo periodo>.

ALTRI EVENTI  Ma l’estata del Consorzio Due Giare sarà molto più ricca. Dal 5 al 30 luglio sul Monte Arci, in territorio di Villa Verde, la ripresa degli scavi nel villaggio di Brunk’e s’Omu grazie alla collaborazione fra il Comune e l’Università di Cagliari. In altri quattro paesi la prosecuzione del racconto delle comunità attraverso gli scatti di giovani fotografi grazie alla seconda tranche del progetto “A Banda”. E infine una nuova collaborazione fra il Consorzio turistico e il Teatro Tragodia di Mogoro con un Festival Identitario delle Isole del Mediterraneo.

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy