SPAZIO AUTOGESTITO DA CONFCOMMERCIO

Villanovafranca, intervista a Daniela Figus candidata sindaco della lista “Bidda Noa Franca 2020”

Condividici...

a cura di Confcommercio Campidano Green

_________________________________

Confcommercio Campidano green fa parte e rappresenta l’associazione di categoria Confcommercio si ritiene che l’economia green oltre ad essere una strada è occasione di sviluppo opportunità per il nostro territorio.

Tra le nostre attuali attività quella di  suggerire e ragionare su soluzioni da formulare alla parte amministrativa, che siano a vantaggio della nostra categoria  dell’intera collettività e dell’ambiente. Il presidente è Alessandro Piu.

Ecco le nostre domande

Indicare delle azione positive già presenti nel suo Comune a favore di commercio, attività produttive, turismo.

Nel nostro comune, nel corso degli anni, sono state adottate diverse azioni positive in favore dei vari settori produttivi.

Per le attività produttive e il commercio, due importanti comparti della nostra realtà economica, le azioni presenti sono diverse, a titolo esemplificativo citiamo l’area PIP, i cui lotti sono assegnati e che è stata oggetto di ampliamento diversi anni fa attraverso un finanziamento Regionale.

Altre importanti iniziative presenti sono quelle di promozione delle produzioni locali quali mandorlo e zafferano per il quale, nel 2006, si è raggiunto anche l’importante obbiettivo del riconoscimento DOP. E’ presente inoltre uno spazio dedicato al mercato settimanale oltre ad aver diversificato le giornate di chiusura settimanale dei negozi alimentari.

Villanovafranca annovera tra i suoi beni culturali la presenza del nuraghe Su Mulinu, vera e propria risorsa di straordinario interesse scientifico. Sono state proffuse, nel corso degli anni, diverse azioni propositive per potenziare l’offerta turistico-culturale attraverso la promozione come ad esempio la partecipazione annuale all’evento “Monumenti Aperti”, nonché l’organizzazione di mostre e convegni.

 

Indicare delle azioni concrete non presenti attualmente ma fattibili che ritiene si possano realizzare da subito internamente al Comune con i suoi poteri di Sindaco in merito a: a) Piccolo Commercio piccoli produttori di prodotti e servizi Partite Iva, b) Attività Artigianali e industriali Commerciali presenti nei distretti extraurbani, c) Attività agricola e agroalimentare, d) turismo.

Daniela Figus

Riteniamo sia necessario creare una sinergia tra l’Ente e le varie attività produttive con iniziative di stimolo e promozione per generare una collaborazione tra i vari operatori economici e culturali sul territorio con l’idea di formare una piccola rete e quindi da subito avviare una attività di coordinamento promozione-incentivazione.

Riordino della segnaletica per una migliore azione informativa sulla localizzazione delle attività commerciali, produttive e turistiche.

Realizzazione di interventi (ad esempio illuminazione strada dell’area a vocazione turistica piuttosto che la segnaletica orizzontale) allo scopo di migliorare la fruibilità alle attività.

Agevolazioni nella concessione di spazi pubblici, antistanti le attività,  al fine di migliorarne la ricettività.

Promuovere e sostenere ulteriori azioni cadenzate attrattive attraverso un programma di animazione culturale e agrolimentare.

Come Confcommercio Campidano Green Le chiediamo se le seguenti azioni a costo di denaro zero potranno trovare realizzazione nel suo programma.

 Costituzione di un Comitato alle attività produttive (non commissione) in cui oltre ai rappresentanti dell’all’assessorato di riferimento possa avere almeno 3 rappresentanti delle imprese (piccolo commercio, industria-artiginato, agricoltura). Il comitato aiuta ad ascoltare in tempo reale le esigenze delle imprese, aiuta quindi ad orientare le scelte, aiuta anche a captare risorse bandi progetti e i diversi strumenti di utilità, che talvolta sfuggono e se non recepiti, privano aziende e territorio di opportunità:

-SI

Denominazione e geolocalizzazione degli spazi anonimi dei siti commerciali e produttivi come i distretti industriali artigianali. Spesso nelle zone extraurbane dove operano le imprese sono infatti assenti le denominazioni e di conseguenze le corrette geolocalizzazione (che sono di competenza dell’Ente Pubblico ). Questa assenza informativa penalizza le imprese sotto molti aspetti ed inoltre determina anche una esclusione sociale-geografica. Si consiglia inoltre, considerato che in Italia la toponomastica femminile è al 3%, la scelta di denominazioni femminili, soddisfando così il goal 5 equality gender dell’agenda ONU 20-30 tra i 17 goals di sostenibilità:

-SI

Indicare un’azione a costo di denaro zero a favore delle attività produttive del suo Comune:

Organizzazione di una mostra fiera-mercato con esposizione di prodotti tipici, agroalimentari e manufatti promuovendo in tal modo le attività produttive del territorio.

 

 

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy