Attualità Serramanna

Vita da cani: Olivia, una storia a lieto fine

Condividici...

Si chiama Olivia. È questo il nome di una delle prime cagnette ospiti del rifugio gestito dall’associazione Randagino di Serramanna. Era sdraiata sulla gradinata della chiesa di San Leonardo, denutrita e senza pelo. « Abbiamo provato ad avvicinarla ma era diffidente» raccontano le volontarie. Non è bastato tanto per conquistare il cuore dell’intera associazione che subito l’hanno accolta sotto la loro protezione prestandole amorevoli cure.
IL PRIMO APPROCCIO È stato difficile avvicinarla sino a quando non le hanno lasciato in una ciotola con cibo ed acqua. «Tanta era la fame e la sete che quando ci siamo allontanate mangiò tutto», dice commosso il gruppo che l’ha trovata. Da lì inizia una nuova vita per Oly, questo l’appellativo usato per chiamare la cagnetta di taglia media.È stata portata al rifugio, un veterinario l’ha visitata e le ha diagnosticato la leishmaniosi, malattia parassitaria che colpisce gli animali e che può trasferirsi anche all’uomo. «È da sempre stata dolcissima e protettiva. Con i suoi compagni di rifugio è stata un capo branco», ricordano le ragazze.
LE CURE Nel giro di poche settimane e le dovute cure Oly «si trasformò da brutto anatroccolo in un bellissimo cigno». Aveva riacquistato il suo manto nero e bianco, precedentemente assente. La difficoltà principale che ha incontrato l’associazione è stata trovare qualcuno disposto ad accoglierla in casa, vista la sua malattia e le cure necessarie. In un primo momento una ragazza aveva deciso di adottarla a distanza poiché non poteva ospitarla nella sua abitazione. «Veniva a trovarla frequentemente, la coccolava e non le faceva mancare niente», dicono le volontarie.
L’ADOZIONE Passano cinque anni, da quando Olivia vive nel rifugio del Randagino, sino a che una giovane coppia, non preoccupata dell’età della cagnetta e della sua malattia, decide di portala con sé nella loro casa di Carbonia. «Eravamo andati a Serramanna per donare del cibo e una cuccia all’associazione e siamo rimasti colpiti dalla dolcezza e tenerezza di Oly», raccontano i suoi nuovi padroni Antonio e Cristina.
LA FESTA È trascorso un anno da quando Oly vive con la famiglia adottiva. Ha portato nella loro vita serenità e amore tanto da aver deciso di festeggiare insieme alle volontarie di Serramanna il suo primo anno fuori dal rifugio. «È successo un miracolo, la leishmaniosi si è negativizzata», raccontano i due coniugi. Sarà forse merito del loro amore?

Carlo Pahler

Se vuoi adottare un cane contatta l’associazione Il Randagino Serramanna. ALESSIA 346-1786691 – ANTONELLA 348-7383307 – MARCELLA 347-1381212. http://randagino.wix.com/randagino.

09fo- gruppo donne con cani Immagine 1


output_4FA0qH

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy